Coronavirus
23 Giugno 2021
7:25

La situazione di mercoledì 23 giugno sul Coronavirus in Campania

Prosegue il calo della curva del contagio in Campania: ieri 94 casi positivi al Coronavirus, di cui 40 sintomatici. Ma a far paura sono le varianti: isolati già 82 casi di variante Delta, detta anche indiana. Forte rallentamento della campagna vaccinale, mentre De Luca pensa a prorogare l’obbligo di mascherina all’aperto.
A cura di Giuseppe Cozzolino
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Prosegue il calo della curva pandemica in Campania: il tasso di incidenza è sceso ieri all'1,27% (nelle 24 ore prima era stato dell'1,60%), con 94 casi di positività al Coronavirus (di cui 44 sintomatici e 50 asintomatici), su 7.357 tamponi molecolari analizzati nei laboratori della Regione Campania. Ma a tenere banco in regione è la campagna vaccinale, che ha subito uno stop, e la questione mascherine, sulla quale il presidente regionale Vincenzo De Luca ha tuonato nelle scorse ore, dopo l'annuncio del Governo che, ricevuto parere positivo dal CTS, ha deciso di abolirle all'aperto a partire dal 28 giugno.

"Toglierla non è conquistare lo sbarco in Normandia", ha spiegato De Luca, "ho letto che i turisti arrivano se non ci sono le mascherine, invece vengono quando vedono che c'è una movida irresponsabile, che ci porterà a un nuovo calvario a ottobre". Non è escluso infatti che nei prossimi giorni possa arrivare un'ordinanza ad hoc di Palazzo Santa Lucia che proroghi sul territorio regionale l'obbligo di mascherine anche all'aperto, come più volte aveva annunciato il presidente De Luca. La campagna vaccinale, fortemente rallentata negli ultimi giorni, è un altro punto cruciale su cui Palazzo Santa Lucia sta ragionando in questi giorni: l'obiettivo di vaccinare tutta Napoli entro giugno è già fallito (un terzo dei napoletani non è neanche iscritto in piattaforma), e persistono locali focolai in tutta la regione. Intanto, secondo l'Unità di Crisi della Campania, sono 82 i casi di variante Delta o "indiana" del Coronavirus diagnosticati in regione grazie al sequenziamento di 321 campioni positivi effettuato nei laboratori di analisi regionali. Ma sono presenti anche le altre varianti: quella inglese (170 casi), brasiliana (36), colombiana (6) e le europee (23).

26101 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni