Il nuovo rimpasto al Comune di Napoli, promosso dal Sindaco Luigi de Magistris, l'undicesimo in dieci anni di amministrazione, ha portato a Palazzo San Giacomo  Marco Gaudini, che sarà il nuovo assessore ai trasporti del Comune di Napoli. Gaudini, già consigliere comunale eletto nel 2016 nella coalizione arancione, dovrà lasciare il posto a Palazzo Verdi. Al suo posto subentrerà il primo dei non eletti della allora lista dei Verdi nel 2016, si tratta di Alfonso Merolla, che alle scorse elezioni ottenne 851 voti.

Merolla è un personaggio singolare, su Facebook il suo nickname è "Alfonso ‘o pegg" (Alfonso il peggiore ndr.), nome curioso per l'ex consigliere circoscrizionale del nuovo Psi di Pianura – Soccavo. Tra le foto pubbliche postate sul suo profilo social, Merolla aka Alfonso o'pegg, compare con braccio alzato mentre si cimenta nel saluto romano. In altre foto ancora è visibile sul ciondolo a forma di croce celtica all'estremità della catenina che porta al collo.  Insomma non proprio il massimo per un sostenitore del sindaco Luigi De Magistris, che ha fatto dell'antifascismo una delle sue bandiere negli ultimi 10 anni.

Ma al di là della simbologia neofascista, il nuovo consigliere comunale di Napoli che sarà all'interno della maggioranza arancione, salì all'onore delle cronache già nel lontano 2011. Al tempo ricopriva il ruolo di capogruppo del Nuovo Psi nella circoscrizione Soccavo – Pianura, al tempo delle primarie del centrosinistra per il Comune di Napoli, poi annullate, conclusesi con la vittoria di Andrea Cozzolino tra brogli e polemiche. Il nome di Merolla finì nei dossier dell'altro candidato, Umberto Ranieri, il neo consigliere comunale, all'epoca tra le fila del centro destra, fu accusato di aver portato familiari e parenti a votare per Andrea Cozzolino alle primarie del centro sinistra.

L'annullamento di quella scandalosa esperienza, portò da lì a poche settimane alla discesa in campo di Luigi De Magistris che a sorpresa vinse le elezioni nel maggio del 2011. Ora Merolla siederà finalmente in consiglio comunale grazie al rimpasto voluto proprio dal sindaco uscente. Resterà da capire se Merolla sosterrà senza battere ciglio la maggioranza arancione, dimenticandosi dei saluti romani e delle croci celtiche, oppure rifletterà sul futuro e sul prossimo schieramento da attraversare.

Il neo consigliere Merolla
in foto: Il neo consigliere Merolla

I Verdi: nessun rapporto con queste persone

Intanto prendono le distanze dal rimpasto i Verdi con una nota del gruppo di commissariamento: "Riteniamo doveroso precisare – scrivono i Verdi – Europa Verde di Napoli e Campania – che il neo assessore Marco Gaudini e il consigliere comunale Stefano Buono non fanno più parte da tempo del nostro progetto politico. Mai avremmo accettato di entrare in giunta per soli 3 mesi".