Il “ladro fotografo” : così lo definisce Gino Sorbillo, pizzaiuolo star e titolare di alcune delle pizzerie più note nella città di Napoli. Sorbillo, seguitissimo sui social network, pubblica un breve filmato girato dalle telecamere di sorveglianza poste all'ingresso della pizzeria di via Tribunali. In particolare questa è collocata in via Atri, perpendicolare al Decumano e sede del laboratorio della pizzeria partenopea. Il filmato risale a ieri. Ecco cosa scrive l'imprenditore:

alle ore 13:00 presso l’ingresso del laboratorio di Via Atri 25 della pizzeria Sorbillo del centro antico di Napoli in Via Tribunali ecco come un ladro viene tranquillamente a fotografare la serratura per poi farci sicuramente visita una di queste notti…

Cosa si vede nel filmato reso noto dal titolare delle pizzerie? Un uomo col capo celato da un cappuccio di felpa che si china a immortalare col cellulare (lo si desume dal flash) qualcosa a mezz'altezza (tant'è che si deve chinare) e poi si attarda pochi secondi probabilmente per fare una seconda foto dell'entrata. Secondo Sorbillo l'atteggiamento piuttosto singolare (non è l'interno della pizzeria, luogo gettonatissimo dai turisti e molto fotografato) è spiegato con la volontà di immortalare il tipo di serratura del laboratorio per studiare un modo di vìolarla e introdursi nottetempo all'interno della pizzeria. Non è chiaro – almeno non si desume dal post sui social – se l'imprenditore napoletano abbia segnalato la cosa oltre che sui social anche alle autorità competenti. È già capitato negli anni passati che Sorbillo finisse sotto i riflettori per vicende di cronaca: tra le ultime in ordine di tempo una bomba esplosa proprio davanti alla sua pizzeria, ‘frutto' dello scontro fra clan di camorra che si contendono il ricco mercato delle estorsioni ai commercianti di via Tribunali.