8 Dicembre 2022
21:21

I verbali di Imperiale: “Alla ‘ndrangheta tonnellate di cocaina, devono ancora pagare 500mila euro”

Il narcos Imperiale avrebbe venduto alla ‘ndrina Mammoliti tonnellate di cocaina. Rapporti incrinati dopo un furto e un debito non pagato.
A cura di Nico Falco
L’arresto di Raffaele Imperiale (foto della Polizia di Dubai)
L’arresto di Raffaele Imperiale (foto della Polizia di Dubai)

Il rapporto tra Raffaele Imperiale e la ‘ndrina Mammoliti della ‘ndrangheta era bene consolidato, il gruppo calabrese era un cliente abituale, che aveva comprato "centinaia se non migliaia di chili di cocaina". Affari che si muovevano sull'asse Olanda-Roma, sfruttando una parte della struttura logistica che faceva capo al narcos di Castellammare di Stabia. A raccontarlo è lo stesso "Lelluccio Ferrarelle", da pochi giorni ufficialmente collaboratore di giustizia.

Nei verbali, pieni di omissis, si legge anche degli affari con la cosca calabrese di Oppido Mamertina (Reggio Calabria), che si erano anche intensificati quando, nel 2016, Rocco Mammoliti era stato arrestato in Olanda e aveva preso le redini il fratello Giuseppe. Inizialmente la droga partiva dall'Olanda sui camion a disposizione di Imperiale, ma successivamente l'organizzazione decise di far provvedere ai calabresi allo spostamento, limitandosi al carico. Dopo pochi anni, e soprattutto in seguito ad un furto di cocaina, i rapporti si erano incrinati.

"La ‘ndrangheta deve ancora pagare 500mila euro".

"Ogni operazione era da 80/100 chili", dice Imperiale il 22 novembre ai magistrati. Un carico più grosso, da 140 chili, era però andato perso: "Mammoliti fu derubato dai suoi ragazzi, e in relazione a questo fatto c'è stato un omicidio, fatto passare per una questione d'amore". A questo punto il malavitoso calabrese e il narcos avrebbero stretto un accordo, accollandosi metà della perdita.

"Mi disse "compà, ci hanno rubato" – spiega Imperiale – io dissi: "no, vi hanno rubato". Facemmo metà e metà e gli dissi di pagarmi i 70 chili, ma ad oggi è stata pagata solo una parte, ad oggi mancano ancora 500mila euro". Dopo quell'episodio la cosca calabrese avrebbe chiesto quantitativi piccoli e aiuti su Roma, ma l'organizzazione di Imperiale si sarebbe rifiutata.

Davide Ferrerio, in coma per una scambio di persona:
Davide Ferrerio, in coma per una scambio di persona: "Ha il destino segnato, devono pagare tutti"
222.285 di Beppe Facchini
Il Gridas rischia lo sgombero e una maxi multa:
Il Gridas rischia lo sgombero e una maxi multa: "Resistiamo a Scampia per mostrare un mondo diverso"
59.639 di AntonioMusella
Maltempo, crolla cimitero nel Beneventano: le bare finiscono nel torrente
Maltempo, crolla cimitero nel Beneventano: le bare finiscono nel torrente
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni