237 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Trasporto pubblico a Napoli

I nuovi bus Anm elettrici di Napoli sono cinesi: ecco i primi pullman green

A Napoli arrivano i nuovi 253 bus elettrici. Ben 142 sono stati aggiudicati alla cinese Byd. Componentistica orientale anche per i minibus Higer e Zonson.
A cura di Pierluigi Frattasi
237 CONDIVISIONI
Un bus BYD, immagine di repertorio
Un bus BYD, immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Trasporto pubblico a Napoli

I nuovi bus elettrici di Napoli saranno in gran parte cinesi. Nel capoluogo partenopeo stanno per arrivare i primi esemplari della nuova flotta green, composta da 253 pullman elettrici. Il grosso dei mezzi, ben 142, sarà fornito dalla azienda cinese Byd Europe BV, che si è aggiudicata i lotti 4, 5 e 6. Si tratta dei bus normali da 11 metri (78 unità), quelli da 12,3 metri (50 unità) e quelli lunghi snodati da oltre 18 metri (14 unità).

I mini-bus Higer e i pullman corti Zonson

A questi si aggiungono i mini-bus Higer, una sorta di pollicini da 7 metri di lunghezza, e i bus corti Zonson, da 8,6 metri di lunghezza. Entrambi i modelli hanno componenti e ricambi cinesi, ma sono realizzati da due aziende italiane: la Sitcar Mobility Vehicles Srl, per i mini-bus, e la Pagliani Service Srl, per i bus corti. Queste due aziende si sono aggiudicate i Lotti 1 e 2 dell'appalto, che prevede la fornitura di 65 bus elettrici, di cui 15 mini-bus e 50 bus corti.

Iveco fornirà i bus da 9 metri

L'italiana Iveco, infine, ha vinto il terzo lotto e fornirà 46 autobus elettrici di media grandezza, da 9,7 metri lunghezza. Complessivamente l'appalto ammonta a 172,5 milioni di euro ed è finanziato con i fondi del Pnrr. I nuovi mezzi sostituiranno progressivamente i vecchi bus a diesel. I nuovi mezzi sono di tipo urbano, Categoria M3 (M2 ammessa solo per il Lotto 1), ad alimentazione completamente elettrica, con batterie di trazione e con ricarica di tipo plug in e connettore di ricarica tipo CCS COMBO 2. Sono in possesso di omologazione CE, che certifica il rispetto delle norme di sicurezza e di qualità. Hanno una capienza di 20-30 posti, a seconda della lunghezza, e sono dotati di aria condizionata, wi-fi, telecamere di sorveglianza e monitor per le informazioni ai passeggeri.

Su quali linee Anm viaggeranno i bus elettrici

I nuovi bus elettrici saranno impiegati su diverse linee urbane. I mini-bus Higer di Sitcar dovrebbero essere impiegati sulla linea C68 che parte da Piazza Carlo III, nel centro storico, e arriva al Viale Ruffo di Calabria, nei pressi dell'aeroporto civile. I bus corti Zonson-Pagliani sulla linea C16 che percorre tutto il Corso Vittorio Emanuele, da Via Mergellina a Via Battistello Caracciolo. Gli Iveco potrebbero essere utilizzati per la Linea C63 (Via Nicolini – Museo Capodimonte Porta Grande – Piazza Dante (M1). Mentre i bus BYD sulle linee 139 (Ospedale Monaldi – Piazza Dante (M1), 151 (Piazza Garibaldi (M1/M2/FS) – Piazzale Tecchio (M2/CUMANA) e 196 (Brin- Maria Callas 196B_Brin – Argine).

237 CONDIVISIONI
Trasporto pubblico a Napoli
935 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views