55 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

I botti illegali spediti con il corriere, potevano far esplodere tutto: arrestato 34enne

Migliaia di colpi di esplosivi pirotecnici, tra cui anche colpi di mortaio, sono stati sequestrati a Monteforte Irpino, nella provincia di Avellino.
A cura di Valerio Papadia
55 CONDIVISIONI
Immagine

Fuochi pirotecnici, botti illegali per Capodanno, alcuni dei quali anche dall'alto potenziale esplosivo, spediti via corriere, con il rischio di far saltare in aria tutto: questa la scoperta effettuata dai carabinieri della locale stazione a Monteforte Irpino, nella provincia di Avellino, dove un 34enne è stato arrestato con le accuse di detenzione, produzione e vendita di materiale esplodente di genere proibito.

I militari dell'Arma, durante l'attività investigativa, si sono imbattuti in un corriere di una nota società di spedizioni che era intento a caricare sul furgone utilizzato per le consegne alcuni pacchi – dotati di regolare distinta – appena prelevati da un'abitazione di Monteforte Irpino, dove il 34enne risultava domiciliato: all'interno dei pacchi, i carabinieri hanno trovato vari esplosivi pirotecnici.

Immagine

La perquisizione è stata dunque estesa anche all'abitazione del 34enne, dove è stato trovato analogo materiale esplosivo, anche di elevata micidialità, come appurato dai successivi controlli dei carabinieri Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale di Napoli. In totale, i militari hanno sequestrato 1.800 ordigni esplosivi di vario peso e calibro, 2 mortai e 1.500 colpi di mortaio, del peso complessivo di oltre due tonnellate: la vendita dei botti illegali avrebbe fruttato circa 300mila euro. Al termine della perquisizione, il 34enne è stato arrestato.

55 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views