Si chiamava Grazia la ragazza trovata morta a Pompei, nella provincia di Napoli, e domani avrebbe festeggiato il suo 24esimo compleanno. Ma la sua vita è stata strappata oggi, in circostanze ancora da chiarire, in via Carlo Alberto I Traversa. Soccorsa i sanitari del 118, avvertiti da un passante che l'aveva trovata agonizzante al suolo, è stata trasportata d'urgenza all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, dove purtroppo la 24enne è deceduta a causa delle gravi ferite riportate.

Sul corpo delle giovane donna, infatti, sono state riscontrate 3 ferite da taglio sull'addome, poco al di sopra dell'ombelico e ferite in un primo momento etichettate dai carabinieri come compatibili con violenza sessuale. Ma con il trascorrere dei minuti è emersa un'altra possibilità, quella del suicidio (la giovane è stata trovata con entrambe le caviglie fratturate) con un volo dal quarto piano. Ipotesi ancora tutte da chiarire però al momento e non si esclude che la ragazza possa essere caduta da un palazzo. Sul posto il pm di turno Antonio Barba, della Procura di Torre Annunziata.

Spetta ora ai carabinieri, quelli di Pompei e quelli di Castellammare di Stabia, fare luce su quanto accaduto alla ragazza. Sul luogo in cui è stata rinvenuta la 24enne, una strada piena di abitazioni e di auto in sosta, a pochissimi passi dal noto Santuario della Beata Vergine Maria e del Santo Rosario, sono arrivati anche i militari dell'Arma della scientifica per tutti i rilievi del caso: al momento non si esclude nessuna ipotesi. Sul posto si è radunata anche una piccola folla di curiosi, sgomenti per il ritrovamento della ragazza, come detto soccorsa dal 118 nel cortile di un condominio di via Carlo Alberto.

(articolo aggiornato 29 aprile ore 21.2o)