Un crollo, nella serata di ieri, ha interessato la Funicolare di Chiaia: parte del soffitto è crollata lungo il percorso che collega la zona di Piazza Amedeo al quartiere collinare del Vomero. A seguito dell'incidente – che per fortuna non ha fatto registrare conseguenze per gli utenti – duro è stato il commento dei sindacati. "Anche questo è colpa dei lavoratori considerati criminali dal sindaco di Napoli?" ha dichiarato Alfonso Langella, segretario generale della Fit Cisl Campania. Il riferimento è alle parole del sindaco di Napoli Luigi de Magistris che, qualche giorno fa, a seguito delle continue interruzione del servizio di Linea 1 e Funicolari – gestite da Anm, azienda di trasporti partecipata del Comune – aveva definito "criminale" l'atteggiamento di alcuni lavoratori, dopo un boom di dipendenti in malattia.

Le parole del sindaco de Magistris

"Ennesima ‘malattia di massa' di 11 agenti di stazione della Metropolitana e di 3 capiservizio delle Funicolari. Ormai non ci sono più dubbi: da giorni, da settimane è in atto un attacco criminale e premeditato da parte di addetti al servizio Pubblico ANM ai danni dei napoletani e della città in un momento storico di grande sofferenza, di pandemia, e con la Galleria Vittoria chiusa. Tutto ciò ormai non è più sopportabile. Se non saranno interrotte queste attività criminali il servizio pubblico non potrà più essere garantito e quindi per colpa di pochi lavoratori la città verrà messa in ginocchio" ha scritto qualche giorno fa il primo cittadino partenopeo. "Ho già dato mandato all’amministratore unico dell’azienda che una volta accertate le responsabilità individuali si proceda con la massima durezza possibile, licenziamento compreso" ha concluso.