video suggerito
video suggerito

Frasi omofobe, Alfano si ritira dalla campagna elettorale a Torre Annunziata dopo le polemiche

Carmine Alfano, candidato sindaco per il centrodestra a Torre Annunziata, si ritira dalla campagna elettorale dopo le polemiche per le presunte frasi omofobe. L’Ateneo di Salerno aveva già annunciato in mattinata “la sospensione in via cautelare” come direttore della Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica dell’università salernitana.
A cura di Giuseppe Cozzolino
71 CONDIVISIONI
Immagine

Dopo le polemiche, Carmine Alfano si ritira dalla campagna elettorale: il candidato sindaco per il centrodestra a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, resta comunque in corsa per i ballottaggi, con le liste che lo sostengono che invece proseguiranno regolarmente le iniziative in queste ultime ore prima del voto, previsto dalle 7 alle 23 di domenica 23 giugno e dalle 7 alle 15 di lunedì 24 giugno.

Le polemiche erano nate dopo alcune registrazioni diffuse nei giorni scorsi dall'Espresso, dove Alfano avrebbe utilizzato frasi ed espressioni particolarmente pesanti con i tirocinanti di Urologia dell'Università di Salerno, dove insegnava. "Atteso il mio senso dell'etica e del rispetto che ho per le persone, non mi presto alle strumentalizzazioni in questo periodo di squallido brusio e di grandi mistificazioni", ha detto in una nota diffusa nel pomeriggio, con la quale ha annunciato il ritiro dalla campagna elettorale, "perché non posso che registrare una continua e persistente attività demolitoria" da parte di coloro che "continuano a strumentalizzare il voto ed a rendersi supporter finanziari di operazioni squallide e malverse".

A denunciare la vicenda era stata, attraverso L'Espresso, l'Associazione Liberi Specializzandi (Als), che ha diffuso gli audio incriminati, con frasi come "in America vanno di moda i ric***oni, qui esistono gli uomini e le donne, i binari non esistono" oppure "Tutti quanti là dentro, nel forno crematorio a Cava de' Tirreni e abbiamo risolto il problema". Le frasi sarebbero state registrate dagli stessi specializzandi, e sarebbero state pronunciate proprio dal direttore della Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica dell'Università di Salerno, Carmine Alfano.

La sospensione cautelare come docente

Già in mattinata l'Università di Salerno aveva fatto sapere in una nota che

In riferimento ai fatti riportati dalle testate giornalistiche relativamente alla Scuola di Specializzazione di Chirurgia plastica, si comunica che l’Ateneo ha avviato il procedimento disciplinare nei confronti del professore Carmine Alfano e contestualmente adottato provvedimento di sospensione cautelare del docente dalle funzioni di coordinatore della suddetta Scuola.

Subito dopo la notizia della sospensione cautelare del professor Alfano, era arrivata anche una nota di Vincenzo Loia, Rettore dell'università di Salerno, nella quale spiegava che:

L’Università di Salerno è estranea a un mondo di vessazioni, di offese, di discriminazioni. Noi lavoriamo per i giovani, per fare in modo che siano in grado non solo di collocarsi professionalmente, ma anche di contribuire ad una società migliore, più equa, più solidale, una società che include e non esclude, che gratifica e non offende, che misura l’espressione della civiltà nel rispetto di ciascuno, indipendentemente dal genere, dalle ideologie, dal proprio credo.

71 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views