Domenica Carrara, il grottese di 33 anni scomparso in Val Camonica.
in foto: Domenica Carrara, il grottese di 33 anni scomparso in Val Camonica.

Proseguono senza sosta le ricerche di Domenico Carrara, il 33enne di Grottaminarda (popoloso centro dell'Alta Irpinia) scomparso nel nulla da alcuni giorni nel Bresciano. E il comune grottese stesso ha aperto un canale diretto con quello di Bienno, dove viveva e lavorava come collaboratore scolastico. "Le ricerche proseguono a tappeto", ha spiegato Angelo Cobino, primo cittadino di Grottaminarda, "ho riferito al sindaco di Bienno Massimo Maugeri della telefonata con la Dirigente della Protezione Civile della Campania Claudia Campobasso e con il Prefetto di Avellino Paola Spena, per raccogliere la loro disponibilità a dare un aiuto nella ricerca sul posto se necessario".

Fin da subito, il comune di Grottaminarda si era mobilitato: Domenico Carrara, molto conosciuto in città, aveva mantenuto forti legami con il territorio grottese, e la sua scomparsa ha di fatto sconvolto l'intera comunità. "Maugeri mi ha detto che dispone di tutte le risorse umane e professionali possibili, ringraziando molto per la nostra costante vicinanza istituzionale e personale", ha aggiunto ancora il sindaco Cobino, "A Bienno è presente anche il nostro concittadino Mauro Orlando che ha cercato di portare conforto alla famiglia di Domenico. Quest'ultima è consapevole della affettuosa vicinanza dell'Amministrazione comunale e di tutta la Comunità di Grottaminarda. In questo momento denso di preoccupazione e di ansia", ha concluso Cobino, "esprimiamo intensa solidarietà alla famiglia e tanta gratitudine al Sindaco, all'Amministrazione comunale, alla Comunità di Bienno e alle squadre di forze dell'ordine e volontari per tutto quello che si sta facendo in Lombardia per trovare il nostro Domenico".

Il giovane grottese è sparito da domenica 24 gennaio: uscito di casa per fare due passi, non ha mai fatto ritorno. I familiari si erano preoccupati ed avevano allertato subito le forze dell'ordine, e che si trattasse di una scomparsa è stato certificato dal fatto che il giorno dopo gli studenti della scuola di Berzo Inferiore dove lavora come collaboratore scolastico, hanno trovato le aule chiuse e nessuna comunicazione ufficiale della sua assenza. Altro particolare allarmante è il fatto che Domenico Carrara sia uscito di casa senza portare con sé il proprio telefono cellulare.