99 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

A Barra distrutte le telecamere di sicurezza installate 2 giorni fa. È la zona della piazza di spaccio

Le telecamere messe un anno fa e costate 100mila euro furono subito distrutte. Riparate, sono state rotte di nuovo dopo 2 giorni.
A cura di Pierluigi Frattasi
99 CONDIVISIONI
Immagine

Vandalizzate le telecamere di videosorveglianza in piazza Bisignano a Barra, quartiere dell'area orientale di Napoli. Erano state installate in collaborazione tra Comune, Questura e Prefettura appena due giorni fa. Gli occhi elettronici, costati circa 100mila euro, sono stati letteralmente strappati dai loro alloggiamenti, posizionati sotto i porticati a 4 metri d'altezza. È la seconda volta che succede. Era già accaduto l'anno scorso, quando le telecamere appena messe nella stessa piazza furono vandalizzate e distrutte. Le telecamere sono state scelte per rafforzare la sicurezza e il controllo nella piazza, una delle aree pedonali più grandi della zona orientale di Napoli, preda, però, purtroppo di fenomeni criminali, come rapine, furti e spaccio, in particolare nelle ore notturne. Un gesto, quello della vandalizzazione delle telecamere, che sembra una vera e propria sfida allo Stato.

Gragnano (M5S): "Non arretriamo, le aggiusteremo di nuovo"

A denunciare l'accaduto è Patrizio Gragnano, Consigliere MoVimento 5 Stelle Municipalità 6, vice presidente Commissione PNRR e delegato municipale alla Fondazione Festa dei Gigli di Barra:

Stamane un triste risveglio per piazza Bisignano. Durante la notte, sono state nuovamente divelte le telecamere poste dalla Questura a Piazza Bisignano a Barra. Divelti i fili e la telecamera che guarda la piazza, ma ad oggi tutte e quattro sono fuori uso. È evidente che quel sistema di videosorveglianza è scomodo e dà fastidio. La tempestività con la quale vengono vandalizzate è un segnale orribile di una vera a propria guerra per il controllo del territorio. Le rimetteremo oggi stesso. Stamane la ditta rimetterà in esercizio le camere e stiamo lavorando per collaudarle in giornata e metterle in funzione. Non abbasseremo la guardia e non arretreremo. La sicurezza di quella piazza e del territorio deve essere una priorità. Stiamo programmando un comitato di ordine e sicurezza che ho chiesto venga svolto a Barra per dare un segnale di presenza forte e netto. L'amministrazione dia un segnale forte e visibile investendo in quel posto risorse per il recupero del polifunzionale che faccia il paio con gli interventi già programmati di riqualificazione che vedranno la luce nei prossimi mesi".

Le telecamere messe un anno fa, furono distrutte: riparate e rotte di nuovo

Un anno fa, la Municipalità riuscì a strappare un finanziamento di 99mila euro per il sistema di videosorveglianza nella più grande piazza pedonale di Napoli Est. Dopo i fatti di Ponticelli, il Comitato per l'ordine e la sicurezza in Prefettura, tramite il fondi ministeriali, approvò l'istallazione di un sistema di telecamere collegato con la Questura di Napoli. Quelle telecamere furono installate, ma subito divelte. La Municipalità però non si è arresa e dopo aver investito 100 mila euro per realizzare due aree sport e giochi, ha continuato ad alzare la voce. Mercoledì sono state ripristinate le telecamere. Stanotte, però, sono state di nuovo vandalizzate.

99 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views