Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris è pronto a scendere in campo per le elezioni regionali in Calabria di aprile. “Deciderò tra domenica e lunedì – ha affermato il primo cittadino oggi, a margine della presentazione dei nuovi assessori in giunta comunale – Ma sono sempre più convinto per il sì. Se dovessi accettare, sarebbe nel solco di una coalizione civica al di fuori degli schieramenti tradizionali a cui la politica ci ha abituato”. De Magistris non sarà costretto a lasciare la carica di sindaco a febbraio per candidarsi a governatore. In Calabria, infatti, la legge elettorale è diversa da quella della Campania e non prevede incompatibilità tra le due cariche.

De Magistris: “Non mi dimetto da sindaco”

De Magistris è ormai in scadenza del suo ultimo mandato da sindaco di Napoli. Oggi ha presentato la nuova giunta, con Carmine Piscopo vicesindaco, l'uscita di Enrico Panini e Monica Buonanno e l'ingresso di Marco Gaudini e Giovanni Pagano. “La legge regionale calabrese – spiega De Magistris – non impone le dimissioni del sindaco. Quindi non ho alcun motivo per lasciare la guida della città. In questi giorni ho avuto delle chiacchierate perché per sciogliere la riserva è fondamentale ascoltare e se dovessi decidere per il sì, si aprirà una fase di ascolto per vedere chi ci sta ad affrontare questa battaglia che sarà entusiasmante e che ci porterà alla vittoria”. “Sono sempre più convinto – ha concluso – di sciogliere positivamente la riserva perché le sollecitazioni mi sono venute dal basso e perché mi sento profondamente legato alla Calabria. È una sfida che ha anche delle somiglianze, pur con le debite differenze, con quanto accadde a Napoli 10 anni fa”. De Magistris conosce bene la Calabria, dove è stato sostituto procuratore della Repubblica a Catanzaro, all'inizio degli anni Duemila. La moglie Maria Teresa Dolce è originaria della stessa città calabrese e l'ex pm trascorre spesso le vacanze estive in Calabria.