Coprifuoco in Campania dalle ore 23 fino al mattino a partire da venerdì 23 ottobre. Lo annuncia Vincenzo De Luca presidente della Regione Campania che anticipa i contenuti di una ordinanza di lockdown notturno che sarà varata tra poco da Palazzo Santa Lucia: "Ci prepariamo a chiedere in giornata il coprifuoco. Il blocco di tutte attività e della mobilità questo fine settimana in poi. Volevamo partire – ha detto – dall'ultimo week end di ottobre ma partiamo ora. Si interrompono le attività e la mobilità alle 23 per contenere l'onda di contagio. Alle 23 da venerdì si chiude tutto anche in Campania come si è chiesto anche in Lombardia".

L'ordinanza era già stata annunciata dal presidente della Regione venerdì scorso e doveva arrivare però nell'ultima settimana di ottobre, la cosiddetta "ordinanza anti Halloween". Tuttavia la forte progressione dei contagi Covid, ormai curva esponenziale, della Campania (siamo oltre i mille al giorno), ha determinato una accelerata nella chiusura totale. A preoccupare sono anche e soprattutto i posti letto che mancano, sia in degenza che nelle terapie intensive e sub intensive: nelle scorse ore sono stati bloccati gli interventi ambulatoriali e i ricoveri programmati non urgenti e non vitali proprio per liberare letti. A Napoli ieri chi veniva ricoverato per Covid era trasferito in altri ospedali della rete campana causa saturazione dei presidi partenopei.

In queste ore era arrivata da molte autorevoli fonti (infettivologi, epidemiologi) la preoccupazione circa lo stato dei contagi Coronavirus in Campania e Lombardia. Ieri quest'ultima ha disposto il lockdown, provvedimento immediatamente copiato dalla nostra regione che già da qualche giorno aveva chiuso le scuole e riattivato la didattica a distanza.  A proposito di scuole, riapriranno le elementari da lunedì 26 ottobre.

Cosa significa lockdown parziale o coprifuoco? Significa sostanzialmente che dalle ore 23 e fino al mattino  (presumibilmente alle ore 5)  è vietato circolare per i mezzi privati senza valida autorizzazione (nel marzo scorso furono varate apposite autocertificazioni). Dunque ora la Regione Campania ha inviato a Palazzo Chigi e alla Prefettura comunicazione di quanto si appresta a chiedere, sollecitando intervento delle forze dell'ordine nei turni notturni per sanzionare chi vìola il coprifuoco, con intervento di polizia, carabinieri, finanza, agenti locali ma anche esercito.

"Abbiamo chiesto 600 medici e ne abbiamo avuti 50"

"Abbiamo chiesto alla Protezione civile 600 medici e 800 infermieri. Ad oggi abbiamo avuto l'assicurazione che invieranno 50 medici e 100 infermieri. Quindi siamo clamorosamente al di sotto delle esigenze minime poste dalla regione Campania" lamenta il governatore nel corso di una visita al Covid Residence per i positivi asintomatici all'Ospedale del Mare. "Ad oggi – ha aggiunto – non è arrivato nessuno. Vedremo nei prossimi giorni chi arriva, per il resto faremo miracoli per reperire da altri reparti gli anestesisti che saranno necessari".

(in aggiornamento)