L'aumento dei casi di Coronavirus in Campania fa paura ovunque: ecco perché a Monte di Procida, nei Campi Flegrei, in provincia di Napoli, il sindaco Peppe Pugliese ha varato una sorta di mini lockdown in città, introducendo una serie di restrizioni volte a limitare la diffusione dei contagi. Con l'ordinanza numero 39 del 10 ottobre 2020, l'amministrazione di Monte di Procida ha varato, fino al 13 ottobre, la chiusura delle scuole, delle palestre, dei centri per gli anziani, delle aree gioco per i bambini e dei parchi; inoltre, ai ricevimenti privati non potranno partecipare più di 10 persone.

"Un ulteriore aggiornamento sull'emergenza Covid -19 a Monte di Procida, risulta necessario alla luce delle ultime notizie che ci sono pervenute in queste ore. Secondo le ultime comunicazioni che abbiamo avuto ci sono altri 11 casi positivi in paese.  In virtù di tutto ciò sto elaborando una nuova ordinanza con delle ulteriori restrizioni per tutelare la salute pubblica. Ci siamo organizzati con l’ASL per effettuare un numero maggiore di tamponi qui a Monte di Procida. Non temete: saranno effettuati secondo le priorità dettate dalla stessa ASL e quindi in base ai link epidemiologici. Purtroppo dopo questo ulteriore aggiornamento i casi totali a Monte di Procida di Covid-19 salgono a 33 di cui, ripeto, 10 quelli comunicati ufficialmente dall’ASL e 23 quelli che derivano da tamponi effettuati presso strutture private. Gli ultimi concittadini risultati positivi sono per lo più asintomatici, qualcuno presenta una lieve sintomatologia" ha scritto il sindaco Pugliese.

Mini lockdown a Monte di Procida, l'ordinanza

Ecco, di seguito, cosa dispone l'ordinanza numero 39 del 10 ottobre 2020 disposta dal sindaco di Monte di Procida Peppe Pugliese:

  • è disposta la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, per le giornate di lunedì e martedì;
  • è vietato ai Cittadini Montesi, anche in caso di festeggiamenti di alcun tipo (comunioni), di riunirsi in più di dieci persone anche presso ristoranti, sale o bar: in tali occasioni sarà possibile incontrarsi utilizzando necessariamente la mascherina fatto salvo strettamente il momento del pasto; è fatto obbligo ai proprietari dei bar, dei ristoranti o delle sale assicurare il rispetto delle presenti misure;
  • è disposta la chiusura delle sale gioco e sale scommesse;
  • sono sospese tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici;
  • sono chiusi tutti i centri anziani e circoli ricreativi sul territorio comunale;
  • sono chiuse tutte le palestre e sono sospese tutte le attività sportive, in forma individuale e di squadra, sia di tipo professionale che amatoriale;
  • sono chiuse tutte le aree gioco per bambini, il Parco del Benessere, i Giardini di Dedalo;
  • sono confermate le disposizioni di cui all’ordinanza 37/2020, fino a nuovo provvedimento, in merito agli accessi al Comune da parte dell’utenza;