Anche in Campania è arrivato il via libera per l'accesso di mille persone allo stadio per assistere alle partite di calcio di Serie A; il provvedimento riguarda i match Napoli-Genoa, del 27 settembre, e Benevento-Inter, il 30 settembre. Il presidente Vincenzo De Luca ha firmato l'ordinanza (la numero 73) con cui si stabilisce che "è consentita la partecipazione del pubblico alle partite di calcio professionistico di serie A in programma sul territorio campano nei giorni 27 settembre e 30 settembre entro il limite massimo di 1000 spettatori". Così come indicato dallo stesso passaggio dell'ordinanza, è necessario "il pieno rispetto, da parte delle società, dei gestori e degli utenti, delle disposizioni vigenti".

In particolare, si legge nell'ordinanza, "la presenza di pubblico è consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, per l’intera durata dell’evento, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che, in base alla disciplina vigente, non sono soggette a distanziamento interpersonale. Dette persone potranno sedere accanto, salvo l’obbligo di mantenere il distanziamento di almeno un metro dagli altri spettatori". Da rispettare anche l'obbligo di misurazione della temperatura e quello di utilizzare le mascherine di protezione individuale anche all'aperto. L'ordinanza numero 73 è disponibile a questo link.

Da ieri, con l'ordinanza regionale numero 72, l'uso delle mascherine è tornato obbligatorio in Campania anche all'aperto, con multa prevista da 400 a 1000 euro in caso di violazione; la sanzione può salire fino a 3mila euro in caso di recidiva. De Luca ha inoltre chiesto ai Prefetti della Campania di potenziare i controlli di polizia in strada per far rispettare l'obbligo.