Vandalizzata nella notte per il secondo giorno consecutivo la sede comunale della VII Municipalità, in piazza Guarino, nel quartiere di San Pietro a Patierno, la stessa dove ieri è avvenuta una rapina a mano armata ai danni di un dipendente della NapoliServizi. Stamattina, il personale comunale quando è entrato in servizio ha avuto un'altra amara sorpresa: rotte le fontane dei bagni e allagati i locali. Il Comune ha sporto denuncia ai carabinieri. Il caso è stato segnalato ancora una volta dai sindacati Cisl, Uil e Csa che hanno inviato una nota alla Prefettura e al sindaco di Napoli, chiedendo una risposta immediata dall'amministrazione, con l'installazione di un presidio fisso della Polizia Locale.

I sindacati: “Bisogna tutelare i lavoratori”

La stessa sede, dove si trova il centro servizi sociali del Comune, era stata vandalizzata già ieri notte. E in mattinata si era avuta anche una rapina a mano armata ai danni di un dipendente della NapoliServizi in forza all'ufficio anagrafe. I sindacati non ci stanno e chiedono garanzie a tutela dei lavoratori. “Perché nelle sedi delle Municipalità manca un ufficio pass per i controlli agli ingressi – si chiede Agostino Anselmi (Cisl) – Noi abbiamo chiesto almeno un agente di Polizia Locale per ogni sede per garantire l'ordine pubblico”. Preoccupato anche Annibale De Bisogno (Uil): “Pretendiamo che l'amministrazione faccia qualcosa. Questa situazione è diventata intollerabile. Si mettano le telecamere di videosorveglianza a presidio degli uffici”. Per Franca Pinto (Csa): “Così non si può andare avanti, il Comune deve intervenire, ne va della sicurezza dei lavoratori e degli utenti”.