212 CONDIVISIONI
Elezioni amministrative Napoli 2021
27 Settembre 2021
9:59

“Chi ama Napoli vota Maresca”, Vomero tappezzato dai manifesti abusivi. E il candidato va a toglierli di persona

“Chi ama Napoli vota Maresca”. Recitano così i manifesti elettorali, abusivi, firmati Napoli Capitale, una delle liste a sostegno del pm anticamorra, candidato civico per il centrodestra. I manifesti sono comparsi in queste ore in diverse piazze e strade del Vomero – si possono notare, ad esempio, in piazza degli Artisti – e hanno fatto storcere il naso a diversi cittadini, per la palese contraddizione che sembra accompagnare il messaggio elettorale. Il pm candidato nel pomeriggio è andato a rimuoverli di persona.
A cura di Pierluigi Frattasi
212 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni amministrative Napoli 2021

"Chi ama Napoli vota Maresca". Recitano così i manifesti elettorali, abusivi, firmati Napoli Capitale, una delle liste a sostegno del pm anticamorra, candidato civico per il centrodestra. I manifesti sono comparsi in queste ore in diverse piazze e strade del Vomero – si possono notare, ad esempio, in piazza degli Artisti – e hanno fatto storcere il naso a diversi cittadini, per la palese contraddizione che sembra accompagnare il messaggio elettorale. "Chi ama Napoli – questo il ragionamento dei cittadini – non sporca la città con i manifesti abusivi". Un fenomeno quello delle affissioni selvagge che imbrattano le facciate dei palazzi, le cassette delle utenze elettriche e telefoniche o i pali della pubblica illuminazione, che accompagna purtroppo tutte le campagne elettorali, non solo nel capoluogo partenopeo. I candidati sindaci ne sono spesso le prime vittime inconsapevoli, perché il risultato alla fine è controproducente. A stretto giro la replica di Catello Maresca: "Messi a mia insaputa, li toglierò personalmente".

A maggior ragione nel caso del candidato sindaco Catello Maresca, pm anticamorra, che ha fatto proprio della sicurezza e della legalità le parole chiave della sua campagna elettorale. Il Comune di Napoli, infatti, come gli altri enti locali coinvolti dalle elezioni amministrative, mette a disposizione per i manifesti elettorali di tutti i candidati i suoi tabelloni, che vengono incrementati nel periodo della campagna elettorale, con le installazioni provvisorie. Gli spazi legali a disposizione per affiggere i manifesti elettorali regolarmente, quindi, non mancano. Purtroppo, però, chi affigge i manifesti per conto delle liste spesso ignora questo dettaglio o forse finge di ignorarlo, contribuendo a sporcare la città. I manifesti abusivi, infatti, a volte restano affissi per anni e occorrono campagne dedicate di pulizia per poterli rimuovere, con spese ulteriori per la collettività e per i privati cittadini, costretti poi a ritinteggiare le facciate dei condomini.

Maresca: "Messi a mia insaputa, li toglierò personalmente"

"Nei giorni scorsi – commenta il candidato sindaco Catello Marescaa mia insaputa, alcuni attivisti, hanno affisso i manifesti elettorali direttamente sugli impianti pubblici della nostra città. Mi scuso pubblicamente per questo increscioso incidente che censuro senza riserve. Sono contro le affissioni fuori dagli spazi assegnati e il fatto che qualche sostenitore lo faccia non può che trovare la mia riprovazione, tanto più che ha agito del tutto autonomamente e senza ricevere alcun incarico. Andrò io stesso a rimuovere i manifesti abusivi proprio perché credo nel rispetto delle regole. Si tratta di un comportamento scorretto che non si confà al mio progetto per Napoli né ai suoi rappresentanti". Detto, fatto: nel pomeriggio Maresca è andato a togliere di persona i manifesti.

212 CONDIVISIONI
388 contenuti su questa storia
De Magistris avrà 78mila euro di liquidazione per i 10 anni da sindaco di Napoli
De Magistris avrà 78mila euro di liquidazione per i 10 anni da sindaco di Napoli
Salerno, il sindaco Napoli rivoluziona la giunta: dentro un ex magistrato, tecnici e vice donna
Salerno, il sindaco Napoli rivoluziona la giunta: dentro un ex magistrato, tecnici e vice donna
Comunali 2021, napoletani all'estero beffati: l'avviso per votare arriva 12 giorni dopo le elezioni
Comunali 2021, napoletani all'estero beffati: l'avviso per votare arriva 12 giorni dopo le elezioni
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni