Ci sono 4 persone fermate dopo l'aggressione al carabiniere a Castellammare di Stabia (Napoli). Si tratta di persone la cui posizione è al vaglio degli inquirenti dopo i video in cui si vede chiaramente il violentissimo pestaggio di cui è stato vittima il militare. In pratica il carabiniere era in compagnia della moglie e di due cognati mentre era a passeggio nel lungomare di Castellammare. Secondo quanto si è appreso, la folla di curiosi e di ragazzi nelle strade della movida ha rallentato anche l'arrivo dall'autoambulanza sul posto. A stordire l'appuntato fino a fargli perdere i sensi è stato il bordo metallico di un tavolino da bar lanciatogli con cieca violenza alle spalle da uno degli aggressori; ai litiganti, due coppie di ragazzi in motorino, si sarebbero aggiunti loro amici che hanno percosso il militare dell'Arma incuranti della gente a passeggio. Una tac in ospedale ha escluso conseguenze gravi del pestaggio.

Il fatto è accaduto alle 1.15 di notte. La dinamica è stata così ricostruita: il militare, un appuntato in servizio nel vicino comune di Gragnano, passeggiava coi  familiari quando ha visto che un diverbio nato da un incidente tra due motociclette stava degenerando in  una vera e propria rissa e ha deciso di intervenire. Prima di farlo ha cercato di immortalare  la scena a scopo investigativo usando la telecamera dal suo telefonino. Mentre lo faceva, alcune persone lo hanno violentemente aggredito alle spalle, prima investendolo con un altro scooter, poi colpendolo con un casco, un tavolino e calci e pugni. Solo l'intervento di un suo parente ha placato gli aggressori, e il carabiniere è stato portato all'ospedale di Castellammare dove è ricoverato per traumi alla testa con una prognosi di 25 giorni.