La notte di Capodanno senza bus e metro a Napoli, a causa del Coronavirus, ma in strada ci saranno 237 taxi che faranno turni non stop fino a domani mattina. Per assicurare il servizio di trasporto pubblico nella notte di oggi, tra il 31 dicembre e il 1 gennaio 2021, i tassisti napoletani hanno raddoppiato i turni. Stanotte, quindi, non si osserverà la divisione tra licenze pari e dispari, come negli ultimi mesi, a causa della pandemia che ha visto ridotti gli spostamenti per le restrizioni volte a contenere il contagio, ma saranno in strada tutte le licenze, sia pari che dispari, del turno di notte, per un totale, appunto, di 237 vetture che effettueranno corse non stop.

Chi può spostarsi la notte tra 31 dicembre e 1 gennaio

Un servizio che potrebbe essere utilizzato da molte persone quello dei taxi, considerando che pur essendoci la zona rossa in Campania – come nel resto d'Italia – nonché le ulteriori limitazioni previste per la Notte di San Silvestro dal DPCM di Natale del 18 dicembre scorso, con il coprifuoco dopo le 22, sono comunque sempre consentiti i rientri a casa, nel luogo dove si ha la residenza o il domicilio, nonché gli spostamenti per i motivi giustificati di lavoro, necessità o salute, con la presentazione dell'autocertificazione.

Il tassista non può chiedere l'autocertificazione per gli spostamenti

Ma l'autocertificazione per gli spostamenti va presentata al tassista? Il tassista è tenuto a richiederla o a chiedere quale sia il motivo del viaggio? Si tratta di due domande che in queste ore vengono fatte spesso alle Radiotaxi napoletane in riferimento agli spostamenti di stasera. “Il tassista – chiarisce Vincenzo Donzelli, sindacalista dell'Uti Taxi Napoli – non è un pubblico ufficiale e non può chiedere né l'autocertificazione né il motivo per il quale il viaggiatore si sta spostando”. Gli operatori delle radiotaxi di Napoli agli utenti che chiedono informazioni stanno spiegando anche quali sono i motivi per i quali ci si può spostare stanotte. Intanto, in strada ci saranno 237 vetture. “I tassisti napoletani – conclude Donzelli – sono sempre in campo anche la notte di Capodanno per garantire il servizio di trasporto. Stanotte saranno operative tutte le vetture del turno notturno, non il 50% delle licenze, come fatto finora”.

Bus, metro e funicolari oggi 31 dicembre chiudono alle 20

Dopo i tagli ai trasporti per questo mese, scattati il 6 dicembre scorso, a causa del Coronavirus, il piano per i trasporti prevede:

  • 31 dicembre 2020: chiusura ore 20
  • 1 gennaio 2021: chiusura ore 13.30

Metropolitana Linea 1

  • Oggi, 31 dicembre, il servizio sarà interrotto alle ore 20, con ultima corsa da Piscinola alle ore 19.20 e ultima corsa da Garibaldi alle 19.50.
  • Il 1 gennaio 2021 sarà in esercizio fino alle ore 13.30 con ultima corsa da Piscinola alle 12.30 e ultima corsa da Garibaldi alle 13.

Funicolari Centrale, Chiaia e Montesanto

  • Il 31 dicembre termineranno le corse alla ore 19.40;
  • Il 1 gennaio il servizio termineranno alle ore 13.10;
  • Permane la chiusura della Funicolare di Mergellina, servizio sostituito con bus.

Bus, tram e filobus

  • Il 31 dicembre saranno in servizio fino alle 20.00;
  • Il 1 gennaio 2021 l'ultima corsa sarà alle 13.30. Inoltre, il 31 dicembre sono sospese le linee 156, 158, 173.
  • Gli ascensori pubblici gestiti da Anm il 31 dicembre saranno in esercizio dalle ore 7 alle 14 mentre il 1 gennaio dalle 7 alle 13.30. Chiuso l'ascensore Acton.