105 CONDIVISIONI

Borse e foulard Gucci, Fendi e Louis Vuitton falsi: stavano per invadere le bancarelle di Napoli per Natale

Un maxi sequestro di accessori di grandi marchi di moda contraffatti è stato operato nella Zona Industriale di Napoli, dove la Guardia di Finanza ha scoperto un deposito contenente 37mila articoli falsi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Valerio Papadia
105 CONDIVISIONI
Immagine

Il Natale 2023 si avvicina e, purtroppo, oltre ai canali tradizionali, i regali si rimediano anche foraggiando il mercato illegale e del falso. Lo dimostra il maxi sequestro effettuato dalla Guardia di Finanza nella Zona Industriale di Napoli: i militari delle Fiamme Gialle hanno scoperto un deposito nel quale erano stipati 37mila articoli e accessori di abbigliamento contraffatti, che avrebbero invaso le bancarelle del centro storico della città, da via Toledo ai Decumani, passando per i Quartieri Spagnoli.

La merce sequestrata valeva un milione e mezzo di euro

Già sistemati all'interno di confezioni di pregevole fattura, i finanzieri hanno trovato borse, portafogli, foulard e cinture contraffatti dei più noti marchi di moda: Louis Vuitton, Fendi, Gucci, ma anche Hermes e Ferragamo. I finanzieri hanno stimato che la merce sequestrata, una volta venduta, avrebbe fruttato 1.500.000 di euro. Il gestore del deposito, un cittadino cinese con precedenti di specie, è stato denunciato a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria.

105 CONDIVISIONI
Blitz ai Decumani, sequestrati decine di profumi falsi Bulgari, Hugo Boss, Gucci, Dolce&Gabbana, Chanel
Blitz ai Decumani, sequestrati decine di profumi falsi Bulgari, Hugo Boss, Gucci, Dolce&Gabbana, Chanel
Napoli, via le bancarelle dalle traverse di via Toledo: il nuovo mercato a piazza Matteotti
Napoli, via le bancarelle dalle traverse di via Toledo: il nuovo mercato a piazza Matteotti
Napoli, falsi certificati in cambio di soldi: nei guai dipendenti Capitaneria di Porto e medici di Inail e Asl
Napoli, falsi certificati in cambio di soldi: nei guai dipendenti Capitaneria di Porto e medici di Inail e Asl
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views