101 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Bollette luce all’asta, a Napoli vince A2A: gestirà ex clienti del mercato tutelato da luglio

A Napoli da luglio 2024 A2A Energia S.p.A. gestirà le bollette della luce dell’ex mercato tutelato dell’energia che confluiranno nel Servizio a tutele graduali (STG)
A cura di Pierluigi Frattasi
101 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

A Napoli città dal 1 luglio 2024 la società A2A Energia S.p.A. gestirà le bollette della luce dell'ex mercato tutelato dell'energia (ex Enel) che confluiranno nel Servizio a tutele graduali (STG). L'azienda bresciana si è aggiudicata, infatti, l'asta per la fornitura elettrica ai clienti che entro quella data non avranno ancora scelto un operatore di mercato libero. Questi utenti saranno assegnati in automatico al Servizio a Tutele Graduali, che durerà per tre anni, fino al 2027. L'asta della provincia di Napoli (Area Sud 1) è stata vinta da Illumia S.p.A., Salerno (Area Sud 6) è andata a Iren Mercato S.p.A., Caserta (Area Centro 3) a Hera Comm S.p.A., mentre Avellino e Benevento (Area Sud 3) a Edison Energia S.p.A.

Come funziona il passaggio al mercato libero

In vista dell'addio al mercato tutelato fissato per il 2024, l'Italia è stata divisa, infatti, in 26 zone, messe all'asta il 10 gennaio scorso. Ciascuna è stata assegnata ad un operatore. Ad Enel ed Hera sono andate 7 aree ciascuna, il massimo assegnabile, 4 a Edison Energia, 3 a Illumia, 2 ad A2A, 2 a Iren, 1 a Eon. Nel complesso sono circa 5 milioni le famiglie italiane interessate per il passaggio al mercato libero dell'energia elettrica. Cosa cambia per loro? Il prezzo della bolletta sarà deciso dal mercato e non dall'Arera, l'autorità nazionale che si occupa di energia.

Cosa succede dal 1 luglio 2024

Il passaggio, però, avverrà gradualmente. Potranno restare provvisoriamente nel mercato tutelato solo le famiglie "vulnerabili", ossia che si trovano in condizioni economiche svantaggiate, hanno gravi condizioni di salute e devono usare apparecchi medici alimentati a elettricità, hanno una disabilità o vivono in un'abitazione di emergenza dopo una calamità naturale, nonché gli anziani over 75. Gli altri potranno scegliere un fornitore del libero mercato oppure non fare nulla e confluire, in questo caso, nel cosiddetto Servizio a tutele graduali (STG), dove l'Arera stabilirà le tariffe, uguali in tutta Italia, per 3 anni, come con i contratti Placet (Prezzo libero a condizioni equiparate di tutela).

101 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views