Ha minacciato, picchiato, violentato e pedinato la moglie per due anni: un uomo di 48 anni di San Nicola Manfredi, nella provincia di Benevento, è stato raggiunto da una ordinanza di custodia cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima, nonché di divieto di comunicare con la donna e con i suoi prossimi congiunti; l'uomo è indagato per maltrattamenti, violenza sessuale, porto in luogo pubblico di strumenti atti ad offendere e danneggiamento nei confronti della moglie.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di Benevento, coordinate dalla Procura della Repubblica sannita, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti del 48enne: le violenze nei confronti della moglie sono avvenute tra l'estate del 2019 e oggi. Gli inquirenti hanno scoperto che l'uomo pretendeva rapporti sessuali dalla moglie, spesso sotto l'effetto dell'alcool e, in caso di rifiuto della donna, procedeva con ingiurie, minacce e percosse. Gli episodi di violenza sono peggiorati quando la donna ha manifestato l'intenzione di separarsi e di andare via di casa: il 48enne allora ha messo in atto anche minacce telefoniche, pedinamenti, danneggiamenti e minacce, al fine di costringere la moglie a tornare a casa da lui.

Condotte che hanno reso la vita della donna impossibile a tal punto che, stanca dei continui soprusi e dalla sofferenza psicologica, oltre che fisica, ha deciso di denunciare il marito alle forze dell'ordine. I carabinieri della stazione di Benevento hanno dunque eseguito l'ordinanza cautelare nei confronti del 48enne, firmata dal gip del Tribunale di Benevento su richiesta della locale Procura.