Ha minacciato il fratello con un paio di forbici per farsi dare dei soldi e, quando l'anziana madre ha cercato di calmarlo, l'ha presa a schiaffi. Le vittime hanno fermato una pattuglia dei carabinieri, l'uomo è stato bloccato ma in caserma, una volta capito che sarebbe stato arrestato, ha danneggiato alcuni mobili ed è stato nuovamente fermato dopo una colluttazione. È successo nella tarda serata di ieri, 22 novembre, a Bagnoli, quartiere di Napoli ovest, a finire in manette un 46enne del posto, pregiudicato.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli, in pattugliamento durante un normale servizio di controllo, si sono trovati davanti in strada la donna e il figlio, che erano velocemente usciti di casa per sottrarsi alle violenze dell'altro uomo. Ai militari i due hanno spiegato che, per l'ennesima volta, il 46enne aveva dato in escandescenze. Situazione già nota, e già denunciata più volte: aveva chiesto del denaro e, quando gli era stato rifiutati, aveva per il controllo, prima minacciando il fratello, poi aggredendo con uno schiaffo la madre che aveva provato a dividerli e a riportare la calma.

Il 46enne è stato rintracciato ancora nell'abitazione ed è stato trasportato in caserma. Lì, si è reso conto che non se la sarebbe cavata ancora con una denuncia: questa volta sarebbe stato arrestato. E, di nuovo, ha dato in escandescenze: si è scagliato contro alcuni mobili della stanza prendendoli a calci e ha aggredito gli stessi militari che hanno tentato di fermarlo; è stato bloccato solo dopo una breve colluttazione e quindi arrestato. È stato condotto in carcere in attesa di giudizio, dovrà rispondere di tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.