L’auto è parcheggiata in divieto di sosta, in pieno centro al Vomero, davanti all’ingresso della Funicolare di Chiaia. Gli operai disegnano le strisce pedonali a metà. È successo questa mattina a Napoli, in via Cimarosa. Gli operai inviati dall'Anm, la società dei trasporti che si occupa anche della segnaletica stradale, affiancati dalla Polizia Municipale, sono intervenuti per il rifacimento della segnaletica stradale orizzontale. Le strisce bianche per attraversare la strada infatti erano diventate ormai illeggibili. Purtroppo, a causa di un’auto in sosta selvaggia, gli operai hanno dovuto disegnare le strisce solo su metà carreggiata.

I commercianti: "Che vergogna"

Tristezza tra i negozianti della zona, che hanno assistito sconsolati alla scena. “Una volta – commenta amaramente Enzo Perrotta, presidente del Centro Commerciale del Vomero – questi interventi si facevano di notte o di mattina presto. Purtroppo, l’intervento per dipingere le strisce pedonali è stato eseguito invece con il traffico. È una vergogna, non è così che si amministra una città”. L’intervento in piena ora di punta, secondo Perrotta, “ha bloccato la circolazione, per essere poi concluso in questo modo”. Purtroppo, la sosta selvaggia è uno dei problemi cronici di Napoli. Durante il periodo del lockdown, a causa della limitazione degli spostamenti, le auto in doppia e tripla fila erano scomparse, ma sono riapparse subito non appena i controlli si sono allentati. Un problema non di poco conto, considerando che spesso, come in questo caso, le auto sono parcheggiate anche davanti agli ingressi delle stazioni dei mezzi pubblici, con possibili rischi per le vie di fuga.