29 Giugno 2022
7:46

Altri arresti nel clan Mallardo: chiedevano il pizzo ai ristoranti e gestivano la raccolta degli oli esausti

Tre arresti per estorsione e porto illegale di armi: nel mirino ancora il potente clan Mallardo di Giugliano.
A cura di Redazione Napoli

Ci sono altri tre arresti che si aggiungono a quelli già eseguiti all'inizio del mese di giugno da carabinieri nell'ambito di un'indagine della direzione distrettuale Antimafia di Napoli sul clan Mallardo di Giugliano. Si tratta di uno dei sodalizi camorristici più potenti dell'hinterland Nord di Napoli, pietra angolare della "confederazione" dell'Alleanza di Secondigliano, cartello che aggrega i gruppi criminali insediati in un'ampia porzione del territorio metropolitano di Napoli. La presenza dei Mallardo come clan risale alla seconda metà degli anni '70 col capostipite Francesco Mallardo, alias "Ciccio ‘e Carlantonio". Essi furono protagonisti di una sanguinosa faida col clan Maisto e poi poi con la Nuova Famiglia, negli anni Ottanta, della guerrra contro Raffaele Cutolo e la sua Nuova Camorra Organizzata.

Tornando alle indagini odierne: l'8 giugno scorso il lavoro della Dda di Napoli aveva già portato all'esecuzione di ordinanze a carico di 9 persone ritenute vicine al clan. Ora  i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Giugliano, in Campania, hanno eseguito un'altra ordinanza di custodia cautelare in carcere  che riguarda 3 persone raggiunte, a vario titolo, da gravi indizi di colpevolezza per i reati di estorsione, consumata o tentata, detenzione e porto illegale di armi comuni di sparo, aggravati dalle finalità e modalità mafiose.

Angelo Pirozzi, classe '76, Antonio Russo classe '69 e Vallefuoco Biagio classe '68, secondo gli inquirenti erano gli uomini che avanzavano richieste estorsive a imprenditori edili, concessionari di auto, ristoratori, nonché imponevano il conferimento degli oli esausti ai commercianti della zona. Non solo: per gli inquirenti gestivano l'attività di riscossione e recupero dei crediti . Sono 15 gli episodi contestati e tra gli arrestati, Angelo Pirozzi e Biagio Vallefuoco sono considerati esponenti di rilievo del clan criminale.

Mangia al ristorante del lido e non paga, poi minaccia di morte il gestore col pugnale:
Mangia al ristorante del lido e non paga, poi minaccia di morte il gestore col pugnale: "Sono del clan"
Napoli, agenzia scommesse costretta a versare per anni pizzo di 4.500 euro al clan Lepre: presi in 2
Napoli, agenzia scommesse costretta a versare per anni pizzo di 4.500 euro al clan Lepre: presi in 2
Blitz a Pianura dopo l'omicidio Covelli: arresti nei due clan della faida
Blitz a Pianura dopo l'omicidio Covelli: arresti nei due clan della faida
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Tornata in Costiera Amalfitana per lavorare: il paradiso dei turisti è l'inferno per i lavoratori
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni