85 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Anziana 91enne senza famiglia si sente male e chiede aiuto dalla finestra, salvata da due vigilesse

L’episodio è accaduto a Salerno, in via Dogana Vecchia. Il sindacato Csa Fiadel: “Esempio di dedizione al dovere”
A cura di Pierluigi Frattasi
85 CONDIVISIONI

Immagine

Anziana 91enne, sola e senza famiglia, si sente male e chiede aiuto disperatamente dalla finestra di casa. La donna vive in condizioni difficili, senza alcun sostegno familiare che possa aiutarla. Per fortuna, sul posto arrivano due agenti della Polizia Municipale di Salerno. Le vigilesse raggiungono l'anziana signora, ascoltano la sua storia con pazienza e attenzione e le prestano subito aiuto e conforto. Sul posto arriva anche un'ambulanza del 118 per l'assistenza sanitaria del caso. L'episodio è accaduto a Salerno, in via Dogana Vecchia.

A renderlo noto il sindacato Csa Fiadel di Salerno, attraverso il segretario generale, Angelo Rispoli: “È un esempio di dedizione e senso del dovere che va riconosciuto e apprezzato”.

“La vicenda – racconta Rispoli – ha avuto luogo quando la signora, 91 anni, ha cercato aiuto affacciandosi al balcone della propria abitazione. Passanti, preoccupati per la sua condizione, hanno chiamato la Municipale, la quale ha inviato immediatamente due agenti sul posto. Le vigilesse, giunte con solerzia, hanno trovato la donna in uno stato di fragilità e paura, e hanno subito preso in mano la situazione. Hanno contattato il 118, garantendo un tempestivo intervento medico, e sono rimaste con lei fino all'arrivo dei soccorsi”.

Angelo Rispoli, segretario Csa Fiadel Salerno
Angelo Rispoli, segretario Csa Fiadel Salerno

E ancora,

“La 91enne, purtroppo, vive in condizioni difficili, senza alcun sostegno familiare, se non due ore al giorno di assistenza domiciliare da parte di Salerno Solidale. Le agenti, oltre a fornire aiuto immediato, hanno dedicato del tempo a ascoltare la storia della donna, testimoniando un impegno oltre il semplice intervento di emergenza”.

Angelo Rispoli, segretario generale del Csa Salerno, ha espresso i suoi “sinceri complimenti alla centrale operativa e alle due agenti coinvolte per la prontezza e la sensibilità dimostrate nel gestire una situazione complessa. È con grande soddisfazione che elogiamo la tempestività e l'umanità dimostrate dalla centrale operativa della Polizia municipale di Salerno e dalle due agenti che sono intervenute per soccorrere una donna anziana in stato di bisogno. La loro prontezza e attenzione hanno sicuramente fatto la differenza in questa delicata situazione”, ha dichiarato Rispoli.

E conclude:

“Questa vicenda sottolinea l'importanza di una rete di supporto sociale e di assistenza. Auspichiamo che situazioni come queste possano sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di potenziare i servizi di assistenza agli anziani soli e vulnerabili”.

Il Csa provinciale ha espresso attesa per ulteriori comunicazioni da parte dell'amministrazione comunale riguardo alla disponibilità per il regolamento delle progressioni verticali e rimane in allerta per garantire che gli obiettivi raggiunti si possano tradurre in azioni concrete a beneficio del personale della Municipale di Salerno.

85 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views