Prorogata per altre nove ore l'allerta meteo in Campania: da domani alle 9 sarà dunque estesa fino alle 18. Si tratta di una ulteriore allerta arancione su metà regione e gialla su un'altra metà. Nel dettaglio, l'allerta arancione attualmente in vigore comprende Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Alta Irpinia e Sannio. Allerta gialla invece sulle restanti zone, che comprendono Tusciano e Alto Sele; Piana Sele e Alto Cilento; Tanagro; Basso Cilento.

Di fatto, una regione spaccata a metà: al di sopra della provincia di Salerno, sarà allerta arancione ovunque. L'intera provincia salernitana invece sarà in allerta meteo di colore giallo. Questo il quadro dalle 9 di oggi, venerdì 20 novembre, fino alle 9 di domani, sabato 21. Nelle nove ore successive, invece, l'allerta sarà gialla su tutto il territorio regionale. Allerta che riguarderà soprattutto il rischio di "fenomeni franosi, caduta massi o ruscellamenti anche in assenza di precipitazioni", che potrebbero essere causati dalla saturazione dei suoli per le piogge di queste ore. Attenzione ulteriore anche ai venti molto forti, con raffiche un po' ovunque. Mare agitato o molto agitato: rischio mareggiate lungo le coste. L'allerta meteo dovrebbe esaurirsi, salvo ulteriori proroghe, alle 18 di domani. Il comune di Napoli aveva già disposto anche per la giornata di domani la chiusura dei parchi e dei cimiteri. Poi il clima dovrebbe vedere un parziale miglioramento a partire dalla giornata di domenica, sebbene le giornate di caldo e di sole siano ormai soltanto un ricordo.