La commemorazione per Maradona allo Stadio San Paolo.
in foto: La commemorazione per Maradona allo Stadio San Paolo.

Napoli si prepara all'ultimo omaggio a Diego Armando Maradona. Il campione argentino, scomparso ieri all'età di 60 anni per un arresto cardiorespiratorio, ha profondamente scosso l'intero capoluogo partenopeo: da ieri pomeriggio, quando dall'Argentina è rimbalzata la notizia, in tanti hanno iniziato a dimostrargli l'affetto di sempre, sfidando anche le regole anti-contagio da coronavirus. Dai Quartieri Spagnoli a Fuorigrotta, è stato un susseguirsi di iniziative popolari, nessuna delle quali organizzate ma spontanee: ed oggi, si annunciano altre manifestazioni per ricordare il Pibe de Oro.

I tifosi del Napoli allo Stadio San Paolo per commemorare Diego Armando Maradona.
in foto: I tifosi del Napoli allo Stadio San Paolo per commemorare Diego Armando Maradona.

Flash mob e commemorazioni in strada

Oggi a Napoli si attendono caroselli e manifestazioni spontanee sulla scia di quelle viste ieri. Non c'è timore per l'ordine pubblico, considerando che la figura di Maradona unisce tutte le fasce sociali e politiche di Napoli, ma si teme per il rischio di possibili assembramenti. Le zone interessate dalle possibili manifestazioni, che essendo spontanee sono difficilmente "localizzabili" con certezza, saranno quelle dei Quartieri Spagnoli, la zona dello Stadio San Paolo di Fuorigrotta e il quartiere orientale di San Giovanni a Teduccio, dove si trova il gigantesco murale di Jorit dedicato a Maradona.

Il flash mob già organizzato, invece, è previsto per le 21 di oggi. Dopo il minuto di silenzio prima del fischio di inizio di Napoli-Fiume di Europa League, dalle finestre di Napoli partirà un lungo applauso seguito dall'urlo "Diego, Diego, Diego". Un flash mob organizzato via internet e che si preannuncia come il coro da stadio più forte di sempre. "Faremo sentire al mondo che non lo dimenticheremo mai, che Diego è il nostro figlio e fratello più amato", scrivono alcuni organizzatori sui social network.

Il maestro Di Virgilio gli dedica una statua del presepe

Immancabile, a tempo di record, la statuina del presepe dedicata a Diego Armando Maradona dal maestro Genny Di Virgilio, e che raffigura Maradona, da sempre presente come statuina nel presepe partenopeo, con le ali da angelo ed i canonici calzoncini bianchi e maglia azzurra del Napoli con il numero 10, assieme alla coccarda tricolore sul petto. L'ennesimo omaggio per il Pibe de Oro da parte della sua città.

Il maestro Di Virgilio e la statuina di Maradona con le ali da angelo.
in foto: Il maestro Di Virgilio e la statuina di Maradona con le ali da angelo.

La camere ardente nel palazzo presidenziale argentino

Intanto in Argentina, dove sono stati proclamati tre giorni di lutto nazionale, è stata allestita la camera ardente per le spoglie di Diego Armando Maradona all'interno della Casa Rosada, il palazzo presidenziale argentino. Già a centinaia, sfidando ogni regola anti-assembramento, si sono presentati davanti all'ingresso del palazzo, in attesa della veglia funebre che inizierà alle 6 del mattino (orario di Buenos Aires) e durerà fino alle 16 e per dare l'ultimo saluto al più grande calciatore di tutti i tempi.