Laura Lucia Sangenito, detta "nonna Laurina", ed il sindaco di Sturno, Vito Di Leo.
in foto: Laura Lucia Sangenito, detta "nonna Laurina", ed il sindaco di Sturno, Vito Di Leo.

Compie 110 anni "nonna Laurina", al secolo Laura Lucia Sangenito. La donna, che vive nel comune irpino di Sturno, ha festeggiato il suo record di longevità tra gli auguri collettivi di tutta la comunità dell'Alta Irpinia, che come sempre si è stretta attorno alla sua concittadina storica. Nata il 22 novembre del 1910, nonna Laurina ha dunque visto passare davanti a sé due guerre mondiali e, soprattutto, il devastante terremoto dell'Irpinia del 23 novembre del 1980, il giorno dopo il suo 70esimo compleanno.

"Alla nonnina di Sturno, gli auguri, calorosi e sentiti, di tutta l'amministrazione comunale", ha detto il sindaco Vito Di Leo, "Il nostro omaggio floreale, sette rosse rosse, vogliono rappresentare il segno di un grande affetto. Il momento difficile che stiamo vivendo non ci consente di starle vicino fisicamente ma lo siamo idealmente con il cuore". Per nonna Laurina anche un intervento chirurgico superato brillantemente nel maggio 2018, a 107 anni già compiuti: fu operata infatti dopo una caduta in casa per una frattura al femore all'ospedale Frangipane di Ariano Irpino dall'allora primario Rossano Cornacchia. Un intervento riuscito perfettamente. Vedova dal 2010, è accudita dalla figlia Maria. Con lei, causa Covid, festeggiamenti più "riservati" rispetto agli altri anni, quando avevano partecipato alla figlia Maria anche l'altro figlio Michele, i due nipoti e tre pronipoti, assieme al sindaco di Sturno stesso. Non si tratta, tuttavia, della persona più longeva attualmente in Italia: davanti a lei c'è infatti Maria Oliva, nata in provincia di Enna, che il 12 aprile di quest'anno ha festeggiato i 111 anni, diventando la più anziana "nonnina" d'Italia. Pochi giorni prima si era spenta invece Erminia Bianchini Defilippi, a 112 anni, primatista originaria di Ricca di Diano d'Alba, in provincia di Cuneo.