14 Dicembre 2021
17:06

A Napoli più tasse e vendita delle case popolari: il piano del Governo per salvare il Comune

In arrivo un emendamento governativo alla Finanziaria: aiuti dallo Stato in cambio dell’aumento delle riscossioni.
A cura di Pierluigi Frattasi

Il Governo Draghi lavora ad una norma per salvare dal dissesto le Città Metropolitane in difficoltà, come Napoli, che si trovano in condizione di pre-dissesto. Assieme al capoluogo partenopeo la misura prevista dall'esecutivo nazionale, che sarà inserita come emendamento governativo nella legge di Bilancio, che dovrebbe essere approvata  dovrebbe occuparsi anche di altri comuni come Palermo, Torino e Reggio Calabria, in sofferenza dal punto di vista economico-finanziario.

Cosa conterrà il Salva-Napoli, quindi? La norma dovrebbe prevedere un aiuto da parte dello Stato alle Città Metropolitane sotto forma di contributo straordinario pluriennale. In cambio, però, il Governo chiederà precise garanzie sulle misure di riequilibrio. Tra queste, ad esempio, impegni sull'aumento della riscossione dei tributi locali, sulla fiscalità, sulla vendita del patrimonio immobiliare e sul contenimento delle spese per il personale.

L'emendamento governativo andrebbe a superare gli emendamenti presentati finora in Senato da Pd e M5S, che prevedono aiuti per Napoli e il commissariamento del debito al 31 dicembre 2021, non solo quello dell'erario municipale ma anche quello delle società partecipate. Il disavanzo, secondo questi emendamenti, sarebbe ripagato dallo Stato attraverso l'emissione di obbligazioni. Un piano di salvataggio in 10 anni, durante i quali il Comune non potrebbe andare in dissesto. Il piano del Governo, invece, a quanto si apprende, non prevede la nomina del commissario. Il debito storico, quindi, non sarebbe diviso da quello ordinario e l'amministrazione Manfredi dovrebbe continuare a gestire entrambi, con maggiori difficoltà a far quadrare i conti.

Comune, piano di rientro dal debito, Manfredi: "No ad aumento tasse e canoni delle case popolari"
Comune, piano di rientro dal debito, Manfredi: "No ad aumento tasse e canoni delle case popolari"
46.240 di AntonioMusella
Servono 300 milioni: il Comune di Napoli crea la tassa imbarco aereo e aumenta i fitti. Irpef, rischio rincaro
Servono 300 milioni: il Comune di Napoli crea la tassa imbarco aereo e aumenta i fitti. Irpef, rischio rincaro
Napoli, Manfredi non aumenterà le tasse nel 2022. Poi rincaro Irpef e nuova imposta a Capodichino
Napoli, Manfredi non aumenterà le tasse nel 2022. Poi rincaro Irpef e nuova imposta a Capodichino
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni