Vincenzo e Olga stavano insieme da oltre 60 anni: vivevano insieme in un appartamento a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano. Lui aveva 82 anni e lei 83. Qualche settimana fa si sono ammalati entrambi di Coronavirus, sono stati portati in ospedale lo stesso giorno e sono morti domenica 15 novembre a distanza di un'ora l'uno dall'altra.

L'incontro in Puglia

Il loro è un amore nato a Lucera in Puglia: lui, diciottenne, si trovava in vacanza con la famiglia quando conosce Olga, pugliese e anche lei diciottenne. Nel 1957 decidono di sposarsi e in breve tempo si trasferiscono a Milano dove Vincenzo lavora. E proprio nell'hinterland milanese costruiscono la loro famiglia: tre figli (Emilia, Tonino e Barbara) e sei nipoti.

Il ricovero in ospedale

Oltre 60 anni d'amore interrotti, pochi giorni fa, dal nuovo aumento dei contagi: evento che li aveva talmente spaventati da – come raccontato all'Eco di Bergamo dalla nipote Katia – decidere di non uscire mai di casa e cercare di essere molto prudenti. Nonostante questo, però, dopo una decina di giorni hanno manifestato i primi sintomi del Coronavirus e l'11 novembre sono stati ricoverati all'ospedale San Gerardo di Monza: "Il medico di base non li ha mai visitati e gli ha prescritto solo un antibiotico dicendo che era influenza e non Covid", racconta la nipote. Purtroppo però dopo solo quattro giorni Vincenzo e Olga sono morti.

Ugo e Graziella morti lo stesso giorno

Quella di Vincenzo e Olga ricorda la storia di un'altra coppia: Ugo e Graziella, 89 anni, morti nello stesso giorno sempre per Covid. I due sono stati insieme per 65 anni e a inizio novembre, a pochi giorni di distanza, sono stati ricoverati in due ospedali diversi: lui al Niguarda di Milano e lei al San Carlo. Nonostante le cure però non ce l'hanno fatta e a distanza di qualche ora si sono spenti.