Il numero dei pazienti ricoverati all'ospedale di Circolo di Varese continua ad aumentare: al momento sono più di 400 le persone che necessitano di cure mediche ospedaliere, la maggior parte delle quali a causa delle conseguenze del Covid. Secondo quanto riportato da VareseNews infatti quasi tutti i letti sono occupati da pazienti Covid mentre sono pochi quelli che non presentano patologie legate al virus: si tratta di pazienti ricoverati per patologie piuttosto gravi e urgenti di natura cardiologica e oncologica. Nel nosocomio sembra si stiano dunque preparando gli ultimi 50 letti a disposizione. 

Cresce anche il numero dei ricoverati presso l'ospedale di Angera che da lunedì ha iniziato ad ospitare i pazienti Covid per supportare l'ospedale di Varese: è probabile che nelle prossime ore si arriverà a riempire tutti i 75 posti letto attivati per far fronte all'emergenza. Da oggi pomeriggio è inoltre pronto ad accogliere degenti Covid anche l'ospedale di Luino, con 24 posti letto dedicati. Ferma invece l'attività chirurgica: le uniche sale sono quelle di Cittiglio e di Tradate che rimangono aperte per gli interventi non differibili e urgenti.

Mentre gli ospedali della Valle Olona fanno sapere di aver riorganizzato le attività ambulatoriali a causa dell'emergenza Covid 19: "Stiamo riducendo la prenotabilità e l’erogazione di alcune prestazioni ambulatoriali – si legge in una nota inviata oggi – in caso di annullamento di una prestazione ambulatoriale, l’utente verrà contattato direttamente dagli uffici preposti dell’Azienda". Nello specifico a Saronno sono limitate le prestazioni ambulatoriali di medicina, oculistica, pneumologia, a Somma Lombardo riduce le attività degli ambulatori di fisiokinesiterapia e di riabilitazione cardiologica, a Gallarate limita diversi ambiti come cardiologia, chirurgia generale, medicina, neurologia e otorino.