Venerdì 9 aprile è la data del via libera alla prenotazione al vaccino anti Covid per le persone con disabilità che non vivono in strutture sanitarie. Stando a quanto riporta Regione Lombardia sul sito i pazienti in condizioni di estrema vulnerabilità e non in carico a una struttura ospedaliera potranno prenotarsi su una piattaforma online a loro dedicata. Il via libera arriva dopo mesi in cui le associazioni del territorio hanno scritto più volte al Pirellone di far inserire il prima possibile nel piano vaccinale disabili e caregiver.

Come funziona la prenotazione per i fragili

Da venerdì, dunque, sarà attivo sul sito della Regione il portale della prenotazione dedicato proprio ai fragili. E tra i prossimi ad essere vaccinati ci sono anche i caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità: per loro non sarà necessario la prenotazione tramite il portale, potranno essere sottoposti alla dose lo stesso giorno in cui accompagnano il paziente al centro vaccinale.

I vaccini per i fragili residenti nei centri specializzati

Modalità dunque completamente diversa rispetto a quella utilizzata per la prenotazione dei pazienti con fragilità in cura nei centri specialistici: dal 18 marzo le famiglie vengono contattate telefonicamente dal personale ospedaliero per fissare un appuntamento. Regione Lombardia precisa anche che in caso in cui non fosse arrivata ancora una chiamata, le famiglie possono rivolgersi al referente vaccinazioni disabili territoriale (nominato da ogni Ats della Lombardia) o al medico di base. Per prenotarsi ci si può anche recare in uno sportello di Poste Italiane e registrarsi inserendo la tessera sanitaria, il cap di residenza e il numero di cellulare. E ancora: i portalettere di Poste possono intervenire a supporto dei pazienti per la procedura della prenotazione. Infine, si può contattare il numero verde gratuito: 800 894 545.

Cosa fare in caso di impossibilità di movimento

E nel caso in cui le persone affette da disabilità non siano in grado di spostarsi al centro vaccinale, possono prenotare la dose indicando sul portale la necessità di essere vaccinati senza uscire dalla propria abitazione. Così facendo si evitare il viaggio verso l'hub.