9.217 CONDIVISIONI
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano
30 Luglio 2022
7:30

Perché Alessia Pifferi rischia la condanna all’ergastolo per aver fatto morire la figlia Diana

Alessia Pifferi, la donna che è stata arrestata con l’accusa di aver causato la morte della figlia Diana lasciata sola in casa sei giorni, rischia l’ergastolo.
A cura di Ilaria Quattrone
9.217 CONDIVISIONI
Alessia Pifferi, arrestata per l’omicidio della figlia Diana
Alessia Pifferi, arrestata per l’omicidio della figlia Diana
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano

Alessia Pifferi, la 37enne che si trova in carcere perché ritenuta responsabile della morte della figlia Diana di appena diciotto mesi, potrebbe rischiare una pena che va dai vent'anni e fino all'ergastolo. La donna si trova in regime di sorveglianza speciale per evitare che compi atti autolesionistici o tenti il suicidio. È detenuta al carcere di San Vittore.

Per il momento non le è stata riconosciuta la premeditazione

Diversi cittadini hanno scritto alla Procura di Milano che le venga data una pena esemplare o l'ergastolo senza sconti. Al momento è accusata di omicidio volontario pluriaggravato. Le vengono anche contestate le aggravanti di futili motivi, del legame parentale e della minore età della vittima. Per il momento non le è stata riconosciuta la premeditazione.

Alessia Pifferi rischia l'ergastolo

Già in base a quanto emerso il giorno dell'autopsia, il caso di Alessia Pifferi dovrebbe andare direttamente in Corte d'Assise. Nel caso in cui dovesse essere riconosciuta la premeditazione, la sua posizione potrebbe aggravarsi. Se dall'esame tossicologico dovesse risultare che la donna abbia in qualche modo drogato la figlia questo significherebbe che lei le abbia impedito di salvarsi non consentendole di poter piangere e chiamare aiuto. In questo modo la pena potrebbe partire dall'ergastolo.

Nel caso in cui dovesse essere riconosciuto il vizio di mente, la difesa ha chiesto che venga sottoposta a una perizia con il neuroscienziato Sartori, Pifferi potrebbe avere uno sconto di pena. Intanto proprio oggi, l'avvocato della 36enne, Solange Marchignoli ha spiegato che la sua cliente le ha "chiesto il significato di ergastolo". C'è anche la possibilità che il reato venga riqualificato: non più omicidio, ma abbandono di minore con morte come conseguenza.

9.217 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni