Aveva con sé ben 51 euro in monetine, frutto di un furto appena compiuto all'interno del collegio universitario Santa Caterina da Siena a Pavia, in via Giulotto. Un uomo di 44 anni, residente a Pavia ma ufficialmente senza fissa dimora, è stato arrestato in flagrante, subito dopo aver commesso il fatto, da due poliziotti di una volante della questura di Pavia e dai carabinieri del Nucleo radiomobile.

A chiamare le forze dell'ordine il custode dello stabile

Le forze dell'ordine erano state allertate dal custode dello stabile, che dopo aver sentito alcuni rumori aveva capito cosa stava accadendo: il ladro è stato fermato nelle vicinanze del collegio, grazie al decisivo intervento degli agenti della volante che ne hanno bloccato la fuga. Grazie anche alle immagini di alcune videocamere di sorveglianza all'interno del collegio è stato in seguito ricostruito quanto avvenuto. Attorno alle 21 di ieri, 17 febbraio, il 44enne, già noto alle forze dell'ordine, si è introdotto al piano terra del collegio, dove si trova la sala ristoro, forzando una porta sul retro. Poi, con una spranga di ferro usata a mo' di piede di porco, ha forzato due distributori automatici di bibite, raggranellando un bottino fatto da monete da 10, 20 e 50 centesimi: 51 euro il totale racimolato dal ladro, che ha poi provato a dileguarsi ma è stato fermato dalle forze dell'ordine.

Il 44enne, riconosciuto dal custode e ripreso anche dalle telecamere, ha ammesso il furto ed è stato arrestato per tentato furto aggravato e violazione di domicilio. A suo carico è scattata anche una denuncia per porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. Il sostituto procuratore della Repubblica di Pavia Diletta Balduzzi ha disposto per l'uomo gli arresti domiciliari.