Mirko Rosa, 45 anni, noto come “Mirko Oro” è stato denunciato dai carabinieri di Gallarate, in provincia di Varese, per l'aggressione ai danni di un 42enne dominicano avvenuta martedì 21 luglio. I militari hanno depositato in procura a Busto Arsizio la denuncia per lesioni aggravate.

Aggressione con pugni e spray urticante: nuovi guai per Mirko Rosa

L'ex re dei negozi compro oro avrebbe preso a pugni e colpito con spray urticante la vittima perché gli aveva negato l'uso di una sedia, stando alle testimonianze dei presenti. Lui però sostiene di essere stato minacciato e provocato. Rosa era stato al centro di una rissa un anno fa a Busto Arsizio.

Nel 2019 "Mirko Oro", condannato per evasione fiscale, si era reso protagonista di un rocambolesco episodio: si era infatti barricato in casa per evitare di essere sfrattato dall’ufficiale giudiziario. Quando le forze dell’ordine avevano bussato alla sua porta, lui aveva fatto a pezzi i mobili e si era rifiutato di uscire. Mentre i vigili del fuoco entravano nell’abitazione, era fuggito dal garage e aveva fatto perdere le sue tracce.

Chi è "Mirko Oro": affari, inchieste e campagne choc

Successo, soldi, auto di lusso ed eccessi (a Legnano si ricordano bene di quando decise di girare a bordo di una limousine sulla cui fiancata campeggiava una bestemmia, a Saronno la taglia da 50 mila euro sul killer della gioielliera Maria Angela Granomelli). La storia di Mirko Rosa è quella di una ascesa vertiginosa e un'altrettanto rapida discesa. L'ex re dei negozi "compro oro", dopo aver fatto fortuna, nel 2015 era finito con nell'inchiesta "Gold Finger" della guardia di finanza di Legnano, coordinata della Procura di Busto Arsizio. È stato condannato in via definitiva a 3 anni e 2 mesi per evasione fiscale, ricettazione e false fatturazioni. Al centro delle indagini una evasione fiscale da 3,7 milioni di euro.