Convinto che sarebbe stato licenziato, terrorizzato all'idea di perdere il lavoro e la casa, un uomo di 54 anni ha minacciato il suicidio, dopo essere salito sul tetto di un palazzo a Milano. È accaduto nella giornata di ieri, lunedì 19 ottobre.

Milano, cerca di togliersi la vita perché convinto di essere licenziato

L'uomo, cittadino egiziano, ha telefonato al 112 per annunciare l'intenzione di farla finita. Come riportato da Milano Today, sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e i carabinieri. I militari sono riusciti a raggiungere l'ottavo piano e parlare con il custode, che si era posizionato sul cornicione e 20 metri di altezza. Proprio quando l'uomo ha fatto per lanciarsi, sono riusciti ad afferrarlo per una gamba e salvarlo. Il 54enne è stato soccorso dagli operatori del 118 e portato in ospedale per accertamenti. Stando alle successive verifiche, è emerso che il 54enne non era a rischio di licenziamento.

Gli tolgono l'arma di ordinanza: poliziotto minaccia il suicidio a Sondrio

Momenti drammatici si sono vissuti anche a Sondrio, dove un poliziotto della Polstrada è salito sul tetto della caserma e ha minacciato di togliersi la vita gettandosi nel vuoto. All'origine del gesto ci sarebbe stata la decisione dei suoi superiori di ritirargli l'arma di servizio in seguito a un provvedimento disciplinare. Dopo alcuni minuti di grande tensione, il poliziotto che minacciava il suicidio è stato convinto dai colleghi dal desistere dai suoi propositi ed è sceso, illeso, dal lucernario su cui si era arrampicato. La notizia è stata riportata dall'Ansa. La questura di Sondrio, interpellata sul caso, ha preferito evitare di diffondere comunicati e anche il comandante provinciale della Polstrada ha ritenuto di non rilasciare dichiarazioni.