Un doppio trapianto di reni realizzato nella notte di Natale, tra il 24 e il 25 dicembre scorsi, ha permesso ad un uomo e ad una donna di dire addio alla dialisi. All'ospedale San Raffaele di Milano, con due operazioni diverse, i medici hanno salvato la vita ai due pazienti. Un regalo di Natale che ha concesso la speranza di una nuova vita ad entrambi.

Doppio trapianto di reni, due pazienti salvati

Secondo quanto riportato, il primo trapianto è stato reso possibile grazie ad un rene donato da una persona deceduta poi impiantato nel corpo di una donna di 52 anni, in lista di attesa da oltre un anno. La seconda operazione, invece, ha riguardato un uomo di 53 anni che ha ricevuto a sua volta l'organo da una persona scomparsa costretto a sottoporsi a dialisi da tre anni. Il lavoro dell'equipe medica ha portato nel giro di poco tempo all'importante risultato, essendo andate a buon fine entrambi gli interventi. "Il nostro ringraziamento va anche al Centro Regionale Trapianti che si occupa delle liste d'attesa e dell'assegnazione dei trapianti, coordinato dal dottor Giuseppe Piccolo", dice a Repubblica il professor Secchi, aggiungendo che "per queste due persone l'intervento è stato davvero molto importante: per loro c'è stato un miglioramento della qualità della vita perché non saranno più costrette alla dialisi e anche un aumento della speranza di vita". Solo al San Raffaele nell'ultimo anno sono stati realizzati 71 trapianti di rene, nonostante la pandemia da Covid-19 che poteva limitarne il numero. In Italia, nel 2019 sono stati realizzate 2.139 operazioni di trapianto, delle quali 340 da donatori viventi.