Mercoledì ci sarà un vertice tra i partiti di centrodestra relativamente alle elezioni amministrative che riguarderanno alcune città italiane. Ad annunciarlo è stato il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante un incontro fuori Palazzo Lombardia a Milano. Salvini ha specificato però che, durante la riunione, non è detto che saranno comunicati i nomi dei possibili candidati: "Se i candidati ci saranno tra una o due settimane non è un problema, visto che si vota a ottobre. L'importante è che prima o poi ci siano".

Salvini torna sulla candidatura di Gabriele Albertini

Il leader della Lega è poi tornato sul nome di Gabriele Albertini, l'ex sindaco di Milano, che solo qualche giorno fa ha rinunciato a correre come candidato: "Se non c'è nessun veto su Bertolaso a Roma e Albertini a Milano sono la persona più felice del mondo, da milanese di nascita e romano di residenza". Salvini ha infatti rimarcato tutto il suo sostegno nei confronti dei due: "Non nascondo che io sarei già in piazza a sostegno di Guido a Roma e Gabriele a Milano da ieri, non da domani. Detto questo, se non ci fossero le condizioni siamo in grado di fare scelte altrettanto importanti, rimango convinto che siano due grandi risorse".

Giorgio Goggi è tra i candidati a sindaco

Intanto, dopo l'annuncio dell'attuale primo cittadino Giuseppe Sala circa la decisione di correre separato dal Movimento 5 Stelle e nell'attesa che questi ultimi annuncino il proprio candidato, tra i nomi di chi è sceso in campo c'è quello di Giorgio Goggi. L'architetto e professore di Urbanistica al Politecnico, nonché ex assessore alla Mobilità nelle giunte guidate proprio da Albertini, si candiderà con i "Socialisti di Milano". In una diretta Facebook, oltre ad annunciare la sua decisione, Goggi non ha risparmiato nessun attacco al sindaco Sala: "Inebriata dai grattacieli e dal profluvio dell’immobiliare privato, l’attuale sinistra – ha affermato – si dimentica di chi ha bisogno della casa. Si dimentica della Città Metropolitana che è posta sotto il potere del Sindaco di Milano, che però la trascura".