Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Ha utilizzato la scusa del volantinaggio per avvicinare la sua vittima senza creare sospetto e molestarla. Autore di questa violenza sessuale è un 25enne cittadino del Pakistan finito in manette nella serata di ieri, giovedì 8 ottobre. Per i carabinieri della Compagnia di Menaggio l'uomo avrebbe aggredito una donna residente a Tremezzina, in provincia di Como, avvicinandola con la scusa di volerle consegnare un volantino. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 25enne, approfittando di un momento in cui non c'erano persone nei paraggi, avrebbe poi iniziato a palpeggiare la sua vittima, colta di sorpresa. La donna però è riuscita a reagire e a sfuggire alla violenza dell'uomo allontanandosi: solo allora ha potuto chiamare i carabinieri. I militari, così, dopo aver sentito la testimonianza della donna, hanno avviato le ricerche su tutto il territorio: pochi minuti dopo sono scattate le manette per l'aggressore.

I carabinieri stanno ora cercando di capire se l'uomo è stato autore di altri episodi di violenza

Dai successivi accertamenti è emerso che l'uomo era in zona per svolgere un lavoro di volantinaggio che gli aveva permesso di avvicinarsi alla donna senza creare sospetti in lei. Fino poi al primo contatto fisico. I militari di Menaggio stanno ora cercando di capire se l'episodio di giovedì sera si sia trattato di un caso isolato oppure se l'uomo avesse già aggredito altre donne prima sempre con la scusa del volantinaggio. Se così fosse, i carabinieri invitano eventuali vittime a farsi avanti e denunciare. Intanto il 25enne dopo l'arresto è stato portato al carcere di Como: sarà ora ascoltato dalle autorità giudiziarie. Dovrà rispondere di violenza sessuale.