In Lombardia in saldi estivi partono una settimana prima del previsto. La Regione ha dato il via libera dal 25 luglio, anticipando la data di avvio rispetto a quella del 1 agosto prevista in precedenza.

Lombardia, saldi estivi anticipati: partenza dal 25 luglio

Alla fine del mese di maggio, infatti, la giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli, aveva stabilito che i saldi estivi in Lombardia sarebbero partite il primo di agosto, con la possibilità di anticipare le vendite promozionali anche nei 30 giorni precedenti. Ora lo stesso assessore Mattinzoli ha comunicato che, per venire incontro alle esigenze dei commercianti in crisi per l'emergenza covid, la data viene anticipata. Già sabato quindi sulle vetrine dei negozi lombardi potrà essere esposto il cartello "saldi".

Mattinzoli: Richiesta pressante dai commercianti

"Era un richiesta pressante da parte dei commercianti e soprattutto da quelli delle città — ha spiegato Mattinzoli, secondo quanto riporta questa mattina il Corriere della Sera — che in questa stagione delicata hanno bisogno di rivitalizzare le proprie attività, ma dall’altra parte c’era da fare i conti con i produttori che avevano posto il problema di non abbattere precocemente il valore delle loro merci".

La possibilità prevista dalla conferenza Stato-Regioni

La Lombardia si muove quindi sulla stessa linea delle Regioni confinanti, come il Piemonte Lombardia, con lo scopo di favorire in ogni modo possibile la ripartenza e la crescita del commercio, in particolare nel settore dell'abbigliamento. La decisione relativa alla possibilità di anticipare la data dei saldi è stata presa nel corso della Conferenza Stato-Regioni di lunedì 20 luglio.