Da domani, mercoledì 15 luglio, in Lombardia la mascherina dovrà essere indossata all'aperto, ma solo se non sarà garantito il distanziamento interpersonale. È la nuova regola sull'obbligo di mascherina per l'emergenza coronavirus prevista da un'ordinanza che il governatore lombardo, Attilio Fontana, firmerà nelle prossime ore. Resta valido l'obbligo al chiuso nei luoghi pubblici, come negozi e uffici, e sui mezzi di trasporto.

Obbligo di mascherina all'aperto solo se manca il distanziamento

Il provvedimento recepisce le indicazioni del comitato tecnico-scientifico riunito lunedì in Regione, secondo quanto emerso in serata da fonti di Palazzo Lombardia. Da mercoledì 15 luglio la mascherina si potrà non indossare nei luoghi aperti, ma sarà obbligatorio averla sempre con sé per poterla mettere in situazioni di affollamento, quando si è a stretto contatto con altre persone o comunque non in grado di mantenere il metro di distanza di sicurezza previsto dalle norme anti covid. In Lombardia l'obbligo di coprire naso e bocca anche all'aperto con mascherine o altri indumenti, come sciarpe e foulard, era stato introdotto all'inizio  di aprile e sempre rinnovato rinnovato a ogni scadenza. L'ultima volta il 29 giugno fino a oggi, 14 luglio, con l'ultima ordinanza regionale.

In Lombardia indice Rt poco sotto la soglia di allerta

In Lombardia è tornato a a salire l’indice di contagio Rt. Nell'ultimo aggiornamento di venerdì è aumentato a 0,92, avvicinandosi alla soglia di allerta di 1. La settimana precedente il valore era di 0,89. Stando al bollettino di oggi, lunedì 13 luglio, sono 94 i nuovi casi positivi al coronavirus in Lombardia. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 30, quelle ricoverate in ospedale sono 168. Nelle ultime 24 ore sono decedute 9 persone.