Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ancora un drammatico incidente sul lavoro in Lombardia, questa volta nel Mantovano, dove un operaio ha perso una mano mentre era al lavoro presso un'azienda che produce pellet: stando a quanto ricostruito finora sembra che l'uomo, 54 anni, di origini indiane, abbia provato a sbloccare un macchinario bloccatosi improvvisamente quando l'arto è rimasto incastrato.

Il macchinario si è incastrato per poi ripartire improvvisamente

L'allarme è scattato ieri mattina intorno alle 7 quando dall'azienda Ardenghi Imballaggi di Dosolo in provincia di Mantova è giunta la richiesta di soccorso per un infortunio: sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118 con un'auto medica e due ambulanze della Croce Verde, con loro anche i carabinieri della compagnia di Viadana e i vigili del fuoco. Le condizioni dell'operaio sono apparse subito critiche, dopo avergli prestato le prime cure sul posto i paramedici lo hanno trasportato all'ospedale Oglio Po di Casalmaggiore dove si trova tutt'ora ricoverato in gravi condizioni.

Sulla dinamica indagano carabinieri e tecnici Ats

Stando a quanto ricostruito finora sembra che l'operaio stesse lavorando a un macchinario che seziona il legno per realizzare assi di legno, attraverso la rotazione di coltelli, quando quest'ultima si è inceppata: l'uomo pensando che questa fosse bloccata ha provato a riattivarla ma in quel momento la macchina ha ripreso a mettersi in funzione schiacciando la mano dell'uomo. Nonostante il tempestivo intervento dei colleghi e il conseguente arrivo dei soccorritori sul posto i medici non sono riusciti a salvare la mano dell'operaio: troppo gravi i tagli subiti. Intanto il macchinario è stato posto sotto sequestro mentre i tecnici di Ats dovranno verificare che tutte le norme di sicurezza siano state rispettate.