video suggerito
video suggerito
Omicidio di Giulia Tramontano

Giulia Tramontano scomparsa a Senago: le telecamere l’hanno ripresa alle 21.30 di sabato sera

La 29enne, incinta al settimo mese, aveva appena scoperto che il fidanzato aveva un’amante. È stato lui a denunciare la sua scomparsa domenica pomeriggio: “Quando è uscita ero a dormire”. L’ultima volta è stata ripresa da una telecamera alle 21.30 della sera prima.
A cura di Francesca Del Boca
6.638 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Gli ultimi segnali di Giulia Tramontano, prima di sparire nel nulla: un messaggio a un'amica, la telefonata alla madre. E un video che la riprende fuori dalla sua casa di Senago (Milano) intorno alle 21.30 di sabato 27 maggio. Poi silenzio. Proseguono senza sosta le ricerche della 29enne di Sant'Antimo (Napoli) ma residente da 5 anni nel Milanese, incinta al settimo mese, scomparsa ormai da cinque giorni. Svanita senza lasciare traccia dopo un litigio con il fidanzato e, a quanto pare, un confronto con l'amante di lui.

Il tradimento da parte del fidanzato e il confronto con l'amante

"Aveva scoperto dell'esistenza di un'altra donna, che era pure rimasta incinta e aveva abortito", riferiscono a Fanpage.it dalla famiglia in Campania. "La madre le aveva consigliato di fare una bella dormita, di stare tranquilla, e tornare a Napoli il giorno successivo". Ma la mattina dopo Giulia non c'è più. "Sono turbata", scrive a un'amica per messaggio, poco prima di telefonare alla mamma. Dopo quei momenti, il cellulare di Giulia smette definitivamente di squillare. 

L'ultimo video prima della scomparsa

Fondamentale, per la risoluzione del caso, le immagini delle telecamere di sorveglianza intorno all'abitazione della coppia acquisite dai Carabinieri di Senago, Rho e del Nucleo investigativo di Milano. Le prime riprese acquisite immortalano Giulia nei pressi della sua abitazione di via Novella a Senago, intorno alle 21.30 di sabato sera. Da vagliare ancora gli occhi elettronici dell'area circostante, che sorvegliano le strade verso il centro del paese e verso le campagne e i capannoni della periferia.

Immagine

Il fidanzato ha denunciato la scomparsa: "Quando sono uscito dormiva"

A denunciare la sua sparizione è proprio il compagno, che agli inquirenti racconta di essere uscito di casa domenica mattina, mentre Giulia dormiva, e di non averla più trovata al suo ritorno; inutili, a suo dire, le ricerche disperate in compagnia delle amiche e i giri in macchina con la speranza di avvistarla.

Racconta anche che la compagna avrebbe portato via con sé bancomat (che però risulta inattivo da giorni), passaporto e 500 euro in contanti (ma non bagagli, borsa o portafoglio). Al momento il 30enne, che fa il barman in un hotel di lusso a Milano, non risulta indagato. Ma sia Procura che Carabinieri, che ufficialmente indagano per allontanamento volontario, non escludono nessuna pista: suicidio, sequestro, omicidio.

La famiglia: "Non si è allontanata da sola"

"Giulia è una persona solare, senza problemi. Non si sarebbe mai allontanata da sola senza mettersi mai in contatto con i parenti, è legatissima alla madre. Hanno un rapporto quasi simbiotico", dicono in famiglia a Fanpage.it. "E soprattutto non metterebbe mai in pericolo il suo bambino". 

Il compagno, per il momento, è barricato insieme ai genitori nell'appartamento fino a poco tempo prima condiviso dalla coppia. Dopo aver avuto un durissimo confronto con i famigliari di Giulia, secondo quanto riportano alcuni testimoni, che da Sant'Antimo si sono precipitati a Milano per contribuire alle ricerche. Che al momento si concentrano principalmente nelle campagne intorno a Senago, tra canali d'acqua e luoghi incolti.

6.638 CONDIVISIONI
255 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views