Una fuga di monossido e il rischio di un'intossicazione: fortunatamente però sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia che hanno evitato la tragedia salvando una nonna e i suoi tre nipotini. È successo a Milano, in un appartamento di via Teano, nella giornata di ieri sabato 20 febbraio.

I due bambini trovati in stato di incoscienza in bagno

In mattinata infatti è arrivata una richiesta di aiuto alla Centrale Operativa della Questura di Milano. Una donna chiedeva il loro intervento nella sua casa. Stando alla ricostruzione della signora, la nonna preoccupata dal fatto che i piccoli non uscivano dal bagno, era entrata nella stanza e li aveva trovati a terra e privi di coscienza. Sul posto sono quindi arrivati i poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale e il personale sanitario. La 62enne è stata trovata nell'abitazione con i tre nipoti di sei, cinque e un anno.

Salvati dagli agenti della polizia

Gli agenti sono quindi entrati in casa – nel frattempo invasa dall'importante perdita di monossido di carbonio – e sono riusciti a uscire con in braccio tutti e tre i bimbi e mettendo in salvo anche la signora. Tutti sono stati portati all'ospedale visto che avevano subito un'intossicazione, ma al momento sembrerebbe che nessuno di loro versi in gravi condizioni. Resta ancora da capire cosa possa aver causato la perdita di monossido.

L'intossicazione da monossido dello scrittore Valerio Massimo Manfredi

Un'intossicazione da monossido aveva interessato nelle scorse settimane anche lo scrittore Valerio Massimo Manfredi. L'uomo era stato trovato privo di sensi nella sua casa di Roma. Insieme a lui era stata trovata anche una donna. Entrambi erano stati trasportati in codice rosso all'ospedale San Camillo. Fortunatamente però nessuno dei due era in pericolo di vita. Anche in questo caso sono stati innescati tutti gli accertamenti per capire cosa abbia causato la fuga.