358 CONDIVISIONI
1 Dicembre 2022
17:35

Fornivano falsi tamponi positivi a 500 euro per evitare il vaccino anti Covid, 11 indagati

Con un tampone positivo falso partiva l’iter che consentiva di evitare la vaccinazione anti Covid e ottenere il Green pass. Tra gli 11 indagati, anche due infermieri.
A cura di Enrico Spaccini
358 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Per ottenere un tampone rapido positivo bisognava pagare 500 euro. In questo modo, partiva l'iter: l'isolamento per evitare altri contagi da Covid-19, la certificazione della malattia e i mesi di copertura di anticorpi. Un modo, illecito, per evitare la vaccinazione anti Covid e ottenere così il Green pass. La Procura di Varese sta indagando su undici persone per un giro di tamponi rapidi falsi che si muoveva attraverso presunte reti no vax.

Le indagini nell'Alto Varesotto

La squadra mobile di Varese stava indagando su un giro di droga, quando ha captato un'intercettazione un po' diversa dalle altre. Uno degli indagati, infatti, raccontava al telefono di aver comprato un tampone falso nell'Alto Varesotto.

Così, nel gennaio scorso, è partito un altro filone di indagine che ha permesso di ricostruire quella che sembra a tutti gli effetti una rete no vax. Bastava una "parola d'ordine" concordata e chi voleva poteva ottenere un tampone dal risultato positivo anche se godeva di ottima salute.

Tra gli indagati, anche due infermieri

I "clienti" pagavano fino a 500 euro per poter ottenere il Green pass senza effettuare il vaccino, anche in piena pandemia. Tra gli indagati, ci sono anche due infermieri che facevano parte del giro operando all'esterno di una farmacia, questa estranea ai fatti.

I nomi di altre due persone, invece, compaiono perché fermate e trovate in possesso di un certificato falso di tampone positivo. Un altro ancora, invece, sembra facesse da intermediario. Si spostava tra Piemonte e Lombardia e creava i propri contatti all'interno di una rete no vax, a cui poi proponeva il proprio servizio.

358 CONDIVISIONI
Sopravvissuto al padre, Nicolò Maja vuole incontrarlo in aula:
Sopravvissuto al padre, Nicolò Maja vuole incontrarlo in aula: "Devo capire, ma non lo perdonerò"
Travolto da un'auto mentre è in bici: 15enne portato in ospedale
Travolto da un'auto mentre è in bici: 15enne portato in ospedale
Manometteva i parcometri per pagarsi i trattamenti estetici e i villaggi fitness: arrestata
Manometteva i parcometri per pagarsi i trattamenti estetici e i villaggi fitness: arrestata
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni