(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Era in stato vegetativo da agosto 2020: una donna di 68 anni, a causa di un'emorragia celebrale, sembrava che non si sarebbe mai ripresa da quella condizione che – apparentemente – si pensava fosse irreversibile. Invece, stando a quanto riportato dal giornale LegnanoNews, dopo una videochiamata del figlio si sarebbe svegliata. La 68enne era ricoverata nella residenza socio assistenziale Leopardi di Parabiago, in provincia di Milano.

La signora ha espresso il desiderio di vedere nuora e nipoti

Al saluto del figlio, la donna avrebbe risposto con un "ciao" destando parecchio stupore sia nell'uomo che negli altri presenti. Dalla struttura fanno sapere che "la signora ha parlato, senza emissione di suoni a causa della presenza della tracheocannula, esprimendo il desiderio di vedere anche la nuora e i nipoti". La donna avrebbe poi mosso le mani, alzando un pollice in su e mandando un bacio al figlio e a un'infermiera. Avrebbe inoltre affermato che gli operatori – in tutto questo tempo – sono stati molto bravi con lei.

La 68enne avrebbe sentito voci e stimoli durante tutto il periodo

La 68enne avrebbe poi raccontato che in tutto questo tempo avrebbe sentito sia le voci degli operatori che dei suoi famigliari. Inoltre avrebbe anche avvertito gli stimoli che le venivano dati. Nonostante questo però non sarebbe mai stata in grado di comunicare. Durante il periodo pandemico infatti i parenti hanno sempre fatto sentire viva la loro presenza videochiamando spesso la signora. Visto quanto accaduto, i medici monitoreranno la sua condizione di salute e cercheranno di capire come evolverà il suo quadro clinico.