Elezioni comunali Milano 2021
2 Settembre 2021
20:11

Elezioni Milano, Bastoni: “Fascista? Non la ritengo un’offesa”. E Sala pungola Bernardo

“Io vorrei sapere come la pensa il dottor Bernardo, che prima dice di non distinguere tra fascisti e antifascisti, ma se poi accetta che un suo importante esponente e consigliere solleciti i voti dei fascisti sarebbe meglio saperlo”: a dirlo è il sindaco di Milano Giuseppe Sala riferendosi al consigliere regionale della Lega Massimiliano Bastoni che ha affermato: “Nel 2021 non ha senso definirsi fascista, ma non la ritengo una offesa”.
A cura di Ilaria Quattrone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Milano 2021

"Io vorrei sapere come la pensa il dottor Bernardo, che prima dice di non distinguere tra fascisti e antifascisti, ma se poi accetta che un suo importante esponente e consigliere solleciti i voti dei fascisti sarebbe meglio saperlo. Lo dice Bastoni, conosciamo Bastoni e il suo atteggiamento e le sue attenzioni politiche": a dirlo è stato il sindaco di Milano Giuseppe Sala riferendosi al consigliere regionale della Lega Massimiliano Bastoni, che ha inaugurato il suo comitato elettorale nella sede di Lealtà Azione (gruppo di estrema destra), e che in un'intervista al quotidiano "Il Corriere della Sera" ha affermato: "Nel 2021 non ha senso definirsi fascista, ma non la ritengo una offesa".

Sala: Sarebbe utile che Bernardo smentisse questo atteggiamento

Il primo cittadino non ha risparmiato attacchi al suo avversario politico, Luca Bernardo: "Fare il sindaco di Milano significa essere profondamente antifascisti, non solo antifascisti. Milano è medaglia d'oro della Resistenza e questi valori non sono passeggeri ma sono quelli sui quali abbiamo costruito la credibilità di Milano: sarebbe utile che con coraggio il dottor Bernardo smentisse questo atteggiamento che è profondamente sbagliato". Il consigliere ha poi raccontato dei suoi rapporti "di collaborazione da sempre con una parte di quel mondo, c'è una naturale comunanza di valori. Il mondo che io conosco appoggerà Bernardo".

Gli attacchi di Anpi e del Partito Democratico

Quanto affermato da Bastoni ha scosso l'Anpi e il Partito Democratico. L'Anpi provinciale di Milano, presieduta da Roberto Cenati, ha infatti detto: "Riteniamo gravissime le dichiarazioni del leghista Max Bastoni rilasciate in data odierna". Sulla questione anche la segretaria metropolitana del Partito democratico, Silvia Roggiani, che specifica come l'antifascismo non sia una questione superata: "Se per Bastoni essere definito fascista non è un'offesa, per noi tutti è una sconfitta enorme. Ci batteremo ogni giorno per difendere i valori della democrazia, della tolleranza e della Resistenza di cui la nostra Città è medaglia d'oro. Adesso Bernardo dica apertamente se accetta o meno il sostegno di Lealtà Azione". Il consigliere leghista ha comunque risposto agli attacchi: "Divertente! Chi ora mi accusa e chiede spiegazioni al nostro candidato sindaco, Luca Bernardo, è proprio chi rivendica l'incontro con il rapper Rondo da Sosa, nome d'arte del 19enne Mattia Barbieri, destinatario oggi di un Daspo urbano per violenza".

113 contenuti su questa storia
Ballottaggio elezioni Nerviano tra Cozzi e Colombo: gli orari per votare
Ballottaggio elezioni Nerviano tra Cozzi e Colombo: gli orari per votare
Milano, Comazzi (Forza Italia): "La giunta Sala creata ad arte per non mettere in ombra il sindaco"
Milano, Comazzi (Forza Italia): "La giunta Sala creata ad arte per non mettere in ombra il sindaco"
Monica Romano, prima consigliera transgender a Milano: "Mi impegnerò contro ogni tipo di violenza"
Monica Romano, prima consigliera transgender a Milano: "Mi impegnerò contro ogni tipo di violenza"
Mura la mamma morta per ottenere la sua pensione: così la compagna lo ha scoperto e denunciato
Mura la mamma morta per ottenere la sua pensione: così la compagna lo ha scoperto e denunciato
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni