Elezioni comunali Milano 2021
16 Settembre 2021
17:26

Elezioni Milano, altro problema nel centrodestra: l’addetto stampa di Bernardo si dimette, i motivi

Luca Bernardo, candidato sindaco del centrodestra a Milano, non ha più un addetto stampa. Il giornalista che si occupava dei rapporti con i media, Alessandro Gonzato, ha dato le dimissioni per “incompatibilità professionale”. Secondo quanto raccolto da Fanpage.it, i problemi hanno radici profonde e si protraggono da tempo. In sostanza, Bernardo non sarebbe stato in grado di seguire un programma comunicativo prestabilito verso il quale, comunque, i partiti che lo sostengono avrebbero mostrato disinteresse. Il candidato del centrodestra, fanno sapere, è solo.
A cura di Filippo M. Capra
Luca Bernardo (LaPresse)
Luca Bernardo (LaPresse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Milano 2021

Nuovi problemi per il centrodestra di Milano ad appena due settimane dalle elezioni comunali che vedono come candidato sindaco per la coalizione il Direttore di Pediatria del Fatebenefratelli Luca Bernardo. Il medico, infatti, ha perso stamattina il suo addetto stampa, Alessandro Gonzato, giornalista di Libero, che con una nota stampa ha annunciato le dimissioni: "La rinuncia è motivata da incompatibilità professionale", ha fatto sapere Gonzato.

L'addetto stampa di Luca Bernardo si dimette

L'incompatibilità professionale di cui parla l'ormai ex addetto stampa di Bernardo ha radici profonde che si sono rafforzate nell'ultimo periodo. L'addio non è arrivato in seguito ad una decisione improvvisa e repentina, bensì è il naturale epilogo di un rapporto professionale che non è mai decollato. Secondo fonti consultate da Fanpage.it, infatti, il candidato sindaco del centrodestra sarebbe stato un profilo molto difficile da gestire e con cui collaborare. Da appuntamenti mancati all'ultimo minuto a dichiarazioni fuori schema che non facevano parte del progetto comunicativo studiato all'inizio. Insomma, col tempo, anche Gonzato si sarebbe reso conto dei limiti di Bernardo, che di professione fa il medico e non il politico, e durante la campagna elettorale non ha fatto altro che dimostrarlo. Gonzato, interpellato da Fanpage.it, ha fatto sapere di non voler aggiungere altro al comunicato stampa rilasciato in mattinata.

I motivi della separazione e i problemi del centrodestra

Il centrodestra compie così un altro passo falso che si somma ai problemi già noti. Al netto del "ritardo" sulla scelta del nome, ricaduta poi sul primario per l'impossibilità degli altri papabili (Albertini su tutti che, pare, sia stato fortemente boicottato da Forza Italia e Maurizio Lupi, sul cui profilo era stato posto il veto da Fratelli D'Italia), Bernardo non è mai stato sostanzialmente sostenuto da chi lo presenta. I partiti si sono mostrati per quanto possibile indifferenti all'andamento della campagna elettorale del candidato civico, forse perché già arresi all'idea di non avere chance contro Sala dopo il forfait di Albertini. Certo è che a meno di venti giorni dal voto, e con sondaggi sempre più favorevoli al sindaco uscente, l'addio di un addetto stampa non può che rallentare ulteriormente la corsa a Palazzo Marino. Alcuni, addirittura, azzardano che questo evento, e soprattutto i motivi per cui è arrivato, possano considerarsi come la fine dell'esperienza politica di Bernardo.

113 contenuti su questa storia
Ballottaggio elezioni Nerviano tra Cozzi e Colombo: gli orari per votare
Ballottaggio elezioni Nerviano tra Cozzi e Colombo: gli orari per votare
Milano, Comazzi (Forza Italia): "La giunta Sala creata ad arte per non mettere in ombra il sindaco"
Milano, Comazzi (Forza Italia): "La giunta Sala creata ad arte per non mettere in ombra il sindaco"
Monica Romano, prima consigliera transgender a Milano: "Mi impegnerò contro ogni tipo di violenza"
Monica Romano, prima consigliera transgender a Milano: "Mi impegnerò contro ogni tipo di violenza"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni