Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Due casi di positività al Coronavirus rilevati e scatta l'allarme in una scuola dell'infanzia di Lissone, in provincia di Monza e Brianza. I piccoli alunni di due classi sono stati già sottoposti a tampone. "Non è prevista per ora la quarantena. Abbiamo avuto la comunicazione ieri in giornata e ci siamo attivati secondo le linee guida prevista da Cts e Miur", ha spiegato a Fanpage.it la sindaca Concetta Monguzzi.

Lissone, due casi di positività in una scuola dell'infanzia

La notizia è stata comunicata dall'amministrazione comunale, che in una nota ha avvertito: "A seguito dell'inizio del nuovo anno scolastico 2020/2021, sono stati riscontrati due casi di positività a Coronavirus nella Scuola paritaria ‘Maria Bambina'. Per questo motivo, in ottemperanza alle indicazioni presenti nelle linee guida stese dal Ministero dell'Istruzione e dal Comitato Tecnico Scientifico, si è provveduto già nella giornata di venerdì ad informare tempestivamente l'Ats di competenza ed in particolare il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria".

Sindaca a Fanpage.it: Tamponi in un giorno, attendiamo esiti in poche ore

In via precauzionale quindi, nella giornata di oggi, lunedì 14 settembre, i bambini e le bambine che frequentano le due sezioni coinvolte si sottoporranno a tampone per tracciare eventuali contatti. Sarà poi l'Ats a indicare alla scuola e alle famiglie i successivi passi da intraprendere. "È uno scenario previsto dai protocolli e li abbiamo seguiti. Abbiamo avvisato le famiglie e Ats si è attivata subito per disporre i tamponi tra le persone che potevano essere entrate a contatto con i positivi", ha aggiunto la prima cittadina. "Il rischio è stato circoscritto a due sezioni. Ats si è attivata subito per fissare da oggi gli appuntamenti per i test all’ospedale San Gerardo di Monza. Attendiamo gli esiti in poche ore".

È di due giorni fa il caso di una bambina di 4 anni risultata positiva al Covid-19 in un asilo di Pavia. Ats e Comune hanno fatto scattare la quarantena per i compagni di classe della piccola, 13 bimbi, e per le maestre. L’aula frequentata dalla bimba è stata sanificata e disinfettata. Con l'avvio di tutte le scuole aumentano i casi di contagio rilevati, e non mancano i dubbi e i timori da parte di genitori e addetti ai lavori. Oggi è ripresa l'attività scolastica anche a Codogno, la città simbolo dell'emergenza. La preside dell'istituto comprensivo cittadino ha avvisato:  "Non abbassiamo mai la guardia, saranno mesi difficili".